Lunedì, 2 Agosto 2021
crisi grecia / Grecia

In Grecia riaprono le banche, ma scatta l'aumento dell'Iva

Restano in vigore i limiti fissati per i prelievi e, con l'aumento di 10 punti di Iva su alcuni beni e servizi, tutto sarà più caro. Intanto per il premier Tsipras si prepara una settimana di fuoco

ATENE - Dopo tre settimane di chiusura, oggi in Grecia riaprono le banche.

Tutto però sarà più caro, con l'entrata in vigore dell'aumento di 10 punti dell'Iva su alcuni beni e servizi. Rimangono in vigore i limiti ai prelievi (fissati a 420 euro a settimana, invece dei precedenti 60 euro al giorno).

Atene riceverà oggi anche il prestito ponte di sette miliardi di euro che servirà però a rimborsare la scadenza del debito con la Banca Centrale Europea (4,2 miliardi di euro) e con il Fondo Monetario Internazionale (altri 2 miliardi di euro).

In un'intervista alla rete televisiva Ard, ieri la cancelliera tedesca Angela Merkel ha ribadito la sua netta opposizione a un taglio del debito greco, definito "impossibile" in seno all'eurozona. La Merkel però per la prima volta ha aperto uno spiraglio a un possibile alleggerimento in termini di scadenze e di tassi di interesse.

La settimana che si apre sarà cruciale per il premier greco Alexis Tsipras, intenzionato, secondo alcuni media greci, a fare un "crash test" in Parlamento ed eventualmente pronto a dimettersi nel caso di ulteriori defezioni nelle file di Syriza. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Grecia riaprono le banche, ma scatta l'aumento dell'Iva

Today è in caricamento