rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
USA / Stati Uniti d'America

Banksy "sorvegliato speciale" a New York: interrompe sua attività

Ci si interroga sul fatto che l'interruzione possa essere legata a un eventuale arresto di Banksy, oppure a uno spostamento o ancora a una nuova trovata di marketing

Da qualche giorno lo street artist Banksy è uno dei sorvegliati speciali della polizia di New York, città in cui risiede dall'inizio di ottobre. Lui senza fare una piega, pur sapendo di avere gli agenti alle calcagna, ha continuato a colpire e a pubblicare i suoi lavori sul suo blog. Ma questa mattina un post ha cambiato le carte in tavola: "L'opera di oggi è stata cancellata a causa dell'attività della polizia", ha scritto in nero su sfondo bianco.

Non è chiaro cosa sia successo all'artista britannico, anche se su alcuni siti tra cui il Gothamist ci si interroga sul fatto che l'interruzione possa essere legata a un eventuale arresto di Banksy, oppure a uno spostamento o ancora a una nuova trovata di marketing.

Il progetto "Better Out Than In" è iniziato il primo di ottobre e prevede un'opera al giorno in un quartiere diverso della città. La scorsa settimana il sindaco uscente Michael Bloomberg aveva attaccato l'attività dello street artist inglese: "Nessuno più di me è un sostenitore dell'arte. Ma deturpare la proprietà di qualcuno non è la mia definizione di arte".

Dagli anni '80 la città di New York ha dichiarato guerra ai writer, inasprendo le pene e creando un'apposita squadra della polizia dedita ad investigare su reati collegati alla street art.

Bansky

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banksy "sorvegliato speciale" a New York: interrompe sua attività

Today è in caricamento