Venerdì, 30 Luglio 2021
Mondo Giappone

Sulle coste del Giappone arriva una barca con 10 cadaveri

Si tratterebbe di pescatori alla deriva dalla Nordcorea

I corpi decomposti di dieci persone sono stati trovati sulla costa giapponese di fronte alla Corea del Nord, nella stessa area dove giorni fa sono stati salvati otto pescatori che hanno detto di essere nordcoreani. Otto corpi, ridotti ormai a scheletri, sono stati ritrovati all’interno di un’imbarcazione di legno con equipaggiamento per la pesca dei calamari arenatasi sulla spiaggia. Altri due cadaveri sono stati rinvenuti in punti separati della costa dell’isola di Sado, che è a 750 km dalla Corea del Nord.

I corpi avevano iniziato la putrefazione e non avevano nulla che potesse identificarli, ha spiegato un ufficiale della polizia locale, Hideaki Sakyo. Tuttavia, ha aggiunto, avevano addosso pacchetti di sigarette nordcoreani e giubbotti gonfiabili con scritte in coreano. Decine di barche da pesca nordcoreane fanno naufragio sulle coste del Giappone e, talvolta, sulle barche vengono rinvenuti cadaveri.

I media fanno riferimento a queste imbarcazioni come “navi fantasma”. Gli esperti sostengono che spesso i pescatori nordcoreani arrivano vicino alla costa giapponese alla ricerca di pesca per soddisfare le richieste del governo, ma i loro equipaggiamenti scarsi e datati, problemi meccanici e di altro tipo, producono tragedie. I pescatori sopravvissuti spesso chiedono di essere rimpatriati, talvolta decidono di non tornare in Corea del Nord e chiedono di essere mandati al Sud.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulle coste del Giappone arriva una barca con 10 cadaveri

Today è in caricamento