rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Mondo

Bimba di tre anni spara e uccide la sorellina di quattro

Accade in Texas, ennesima tragedia legata alla proliferazione delle armi

Nuova tragedia legata alle armi da fuoco in Usa. Infatti, in Texas una bambina di tre anni ha trovato in casa una pistola semiautomatica carica e ha sparato accidentalmente alla sorella di 4 anni, uccidendola. Le due bimbe erano state lasciate sole nella loro camera, mentre cinque adulti, tutti membri della famiglia o amici, erano in altre zone della casa. Ognuno di loro era sicuro che uno di loro stesse sorvegliando le due bimbe che giocavano insieme. Lo ha riferito lo sceriffo della contea di Harris, Ed Gonzales. Le indagini accerteranno eventuali responsabilità degli adulti nel lasciare l'arma carica e incustodita in un luogo non sicuro. 

La violenza armata e gli incidenti dovuti alle armi da fuoco negli ultimi anni sono diventati la principale causa di morte per i bambini negli Stati Uniti, superando incidenti automobilistici, lesioni per altri motivi e malattie congenite. L'organizzazione senza scopo di lucro per la ricerca e la politica Everytown for Gun Safety stima che 19.000 bambini e adolescenti vengano uccisi o feriti ogni anno. Secondo i dati analizzati dal gruppo di attivisti 'Everytown for Gun Safety', finora quest'anno ci sono state almeno 58 sparatorie involontarie da parte di bambini negli Stati Uniti, con 22 morti e 37 feriti.
L'anno scorso ci sono state almeno 353 sparatorie involontarie da parte di minori, che hanno provocato 156 morti e 212 feriti.

Lo sceriffo, che ha chiarito come nessuno degli adulti presenti in casa fosse noto alle forze dell'ordine, ha detto: "Sembra solo l'ennesima tragica storia di un bambino che ha accesso a un'arma da fuoco e ferisce qualcun altro. I nostri cuori sono spezzati", ha concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba di tre anni spara e uccide la sorellina di quattro

Today è in caricamento