Domenica, 7 Marzo 2021
Thailandia

Thailandia, tutti in salvo i baby calciatori e l'allenatore intrappolati nella grotta

La stagione delle piogge incombe sulla grotta di Tham Luang dove i soccorritori urlano al mondo la fine delle operazioni di estrazione della squadra di calcio prigioniera da oltre due settimane di acqua limacciosa e oscurità

I cinchialotti (dal nome della società di calcio dei baby calciatori) impazzano sui social. I meme con le illustrazioni dei soccorsi e un unico incoraggiamento che ha davvero raggiunto tutto il globo

È una corsa contro il tempo e la pioggia quelli dei soccorritori che sono riusciti oggi a estrarre altri ragazzi dal complesso di grotte nel Nord della Thailandia dove erano intrappolati da oltre due settimane.

I soccorritori contano di guidere tutti i restanti membri della squadra di calcio giovanile fuori dalla grotta di Mae Sai, operazioni complicate dalle forti piogge che aggiungono difficoltà a una delicata missione. Usciranno anche un medico e tre sommozzatori SEAL della Marina thailandese, che sono rimasti con il gruppo poco dopo essere stati bloccati su una sporgenza fangosa nella profondità del complesso di grotte di Tham Luang.

Finora otto ragazzi di età compresa tra i 12 e 16 anni sono stati portati fuori dalle grotte da una squadra di esperti sommozzatori, impegnati per due giorni.

Thailandia, ultime notizie

Nel terzo giorno di operazioni, sono stati tratti in salvo tutti i baby calciatori. Oggi le operazioni si dovrebbero concludere, facendo uscire gli ultimi membri del gruppo di 12 ragazzini e il loro allenatore di calcio rimasti bloccati dal 23 giugno. grotta di Tham Luang, in Thailandia.

Lo riferisce la Cnn facendo riferimento alle informazioni fornite da un membro del team di soccorritori. Quando in Italia sono le 13.42 le agenzia di stampa battono le notizie che sono tutti in salvo i ragazzini intrappolati all'interno della grotta nel Nord della Thailandia. "Sta uscendo anche l'allenatore"

La missione di oggi nella grotta di Mae Sai

All'operazione, che è iniziata alle 10,08 (ora locale), prendono parte 19 sommozzatori. A condurre il nuovo salvataggio saranno gli stessi sommozzatori esperti, che conoscono già il tunnel e sanno come muoversi. Indossando maschere integrali, i ragazzi - scortati durante il tragitto da due soccorritori - nuoteranno attraverso chilometri di tunnel fangosi e frastagliati. Per percorrere i 3 kilometri che li separano dalla salvezza impiegheranno oltre tre ore.

thailandia grotta-2

Attraversare il tunnel non è stato semplice. I soccorritori devono nuotare attraverso la grotta tenendo i ragazzi sotto ai loro corpi, staccando  i serbatoi di ossigeno per poter attraversare alcuni dei tratti più stretti.

Come stanno i baby calciatori

"Uno di loro sembra avere una infiammazione polmonare e un altro aveva, al momento del ricovero, il battito cardiaco rallentato, ma entrambi stanno migliorando" ha precisato Jedsada Chokedamrongsoo, segretario generale del ministero della salute thailandese. In precedenza, un responsabile sanitario aveva descritto le condizioni mentali e fisiche degli otto giovanissimi salvati "buone", aggiungendo che saranno tenuti in ospedale per circa una settimana.

La missione di salvataggio di ieri, che ha visto quattro ragazzi tirati fuori prima del tramonto e portati all'ospedale di Chiang Rai, ha richiesto circa nove ore. "Oggi (martedì) speriamo di essere più veloci", ha precisato Narongsak a riguardo della complessa e pericolosa operazione che comporta l'immersione attraverso camere strette e allagate.

Sopravvissuti invitati a Mosca per la finale dei Mondiali

I giovani calciatori intrappolati non hanno detto di aver visto animali all'interno della grotta, confortando i medici che temevano infezioni provenienti da pipistrelli o altri animali. Campioni dei prelievi che sono stati fatti loro sono stati comunque inviati a un laboratorio di Bangkok per analisi approfondite ed escludere infezioni non riconosciute nel centro locale. Rimarranno ricoverati una settimana, per garantire la piena ripresa del loro sistema immunitario indebolito. Tutti stanno prendendo antibiotici e sono nutriti con riso bollito, pane e crema di cioccolato, dopo le gelatine ad alto contenuto energetico e di minerali ma facilmente digeribili con cui sono stati alimentati mentre erano ancora intrappolati per recuperare le forze necessarie a uscire.

Niente televisione o giornali, nessuna notizia quindi sulla vicenda che ha avuto risonanza mondiale. Di certo invece potranno vedere la finale dei mondiali, dopo che i medici non autorizzano il loro viaggio a Mosca, dove gli aveva invitati il presidente della Fifa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Thailandia, tutti in salvo i baby calciatori e l'allenatore intrappolati nella grotta

Today è in caricamento