Bimbo nel pozzo: Julen è caduto senza incontrare ostacoli, forse è morto il giorno stesso

Il corpo del bambino presentava numerosi traumi. In seguito alla caduta sopra il suo corpo si è formato un tappo di terra che ha complicato le operazioni di soccorso

Il luogo dov'è avvenuta la tragedia, foto ANSA

I risultati dell'autopsia sul corpo di Julen non sono stati ancora resi noti, ma secondo fonti vicine alle indagini riportate oggi dai media spagnoli, ci sarebbero già delle certezze sulla morte del bimbo di due anni e mezzo precipitato in un pozzo lo scorso 13 gennaio. Il corpo di Julen presentava infatti numerosi traumi a causa della caduta.

Il bambino sarebbe precipitato fino a 71 metri di profondità in piedi e con le braccia alzate.  L'autopsia sul corpo del bambino è stata eseguita ieri da cinque esperti di medicina legale. Fonti vicine all'indagine - riferisce El Paìs - sottolineano che il corpo di Julen presentava molteplici contusioni, frutto, secondo una prima ipotesi, degli impatti con le pareti laterali del tunnel nella sua caduta. 

Bimbo nel pozzo: "E' stata una caduta veloce"

Il delegato del governo in Andalusia, Alfonso Rodriguez Gomez de Celis, ha detto che la posizione in cui è stato trovato il corpo del bambino nel pozzo fa pensare che quella di Julen sia stata una caduta "veloce", senza grossi ostacoli. Insomma, tutto lascia pensare che Julen sia morto in seguito alla caduta, quasi certamente il giorno stesso. Al bambino è stato riscontrato un "grave trauma cranio-encefalico" e un "politraumatismo compatibile con la caduta. 

Il tappo sopra il corpo del bambino che ha ostacolato i soccorsi

Intanto la Guardia Civil - scrive El Mundo - sta cercando di chiarire uno degli aspetti più enigmatici della vicenda: la formazione di un tappo di terra a circa 70 metri di profondità, proprio sopra il corpo di Julen, che ha complicato le operazioni di salvataggio, costringendo i soccorritori a scavare un altro tunnel parallelo al pozzo per recuperare il corpo. 

Per fare questo, sono stati prelevati campioni di terreno che saranno analizzati in laboratorio. L'ipotesi è che le pareti del pozzo "irregolari e sabbiose" siano franate in seguito alla caduta di Julen, forse anche a causa dei tentativi di suo padre e di altri parenti di tirare fuori il bimbo. "Quando il bambino è caduto lì - ha detto un agente a El Mundo -, diversi parenti hanno tentato di estrarlo dal pozzo, e da questi movimenti" potrebbe essersi generata la mini frana. 

Bimbo nel pozzo, il ritrovamento del corpo e il dolore dei genitori

Il corpo del bimbo di due anni e mezzo, precipitato in un pozzo profondo un centinaio di metri lo scorso 13 gennaio, è stato localizzato ad una profondità di 70 metri, all'una e 25 della notte tra venerdì e sabato. I soccorritori hanno lavorato duramente per 13 giorni nella speranza di salvare il bimbo di due anni intrappolato in un pozzo artesiano nei pressi di Malaga. Col passare delle ore si erano fatte sempre più flebili le speranze di trovarlo in vita. 

"Un'altra volta, no! Un'altra volta, no!". Così i genitori di Julen, il bambino morto nel pozzo artesiano, avrebbero urlato il loro strazio poco prima che venisse loro comunicata la notizia del rinvenimento del corpo. La coppia infatti nel 2017 aveva perso un altro figlio, il fratellino maggiore di Julen morto a 3 anni, per un disturbo cardiaco.

Julen, oggi i funerali a Malaga

Oggi al cimitero di El Palo di Malaga si terranno i funerali del bambino. La sepoltura di Julen è fissata per le 13.30. Poco prima si terrà una cerimonia religiosa, come informa il Parco cimiteriale di Malaga. 

(In basso, i genitori di Julen, Jose Rosello e Victoria Garcia. EPA/ALVARO CABRERA)

Bimbo caduto nel pozzo, i genitori di Julen-2

Il video del pozzo in cui è caduto Julen

"Sfortunatamente ... nonostante così tanto impegno da così tante persone, non è stato possibile salvarlo...  Le nostre più sentite condoglianze alle loro famiglie". Così si legge in un tweet pubblicato su Twitter dalla Guardia Civil poco dopo il ritrovamento del corpo. La stessa Guardia Civil ha poi pubblicato il filmato del tunnel scavato dai soccorritori per arrivare a Julen.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuestro agradecimiento a todos los que desde toda España y desde todos los ámbitos han dado lo mejor de sí mismos persiguiendo un sueño que por desgracia no pudo hacerse realidad. Vuestro ejemplo de esfuerzo, tesón y valor en la búsqueda de #Julen quedará para siempre pic.twitter.com/0BjQBmvzgp

— Guardia Civil 🇪🇸 (@guardiacivil) 26 gennaio 2019

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 4 luglio 2020

  • Alena Seredova: "Buffon mi ha fatto gli auguri per la nascita di Vivienne"

  • Mangiano e scappano senza pagare: ma la figuraccia di quattro amici è "epocale"

  • Rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: esplode focolaio di coronavirus

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento