Bimbo caduto nel pozzo, ora si scava in orizzontale: i soccorritori sono a pochi metri

Sono ore decisive per raggiungere il piccolo Julen, il bimbo di due anni caduto in un pozzo in Spagna: i minatori, secondo l'ultimo rapporto, hanno scavato a mano, "in orizzontale". Operazioni complicatissime e poche speranze

I genitori di Julen, Jose Rossello e Vicky Garcia EPA / PEREZ

Ore decisive per raggiungere Julen, il bimbo di due anni caduto in un pozzo in Spagna: il piccolo è intrappolato nel pozzo nelle campagne di Totalán, nei dintorni di Malaga, dallo scorso 13 gennaio. Sono scesi nel tunnel laterale i primi soccorritori che stanno scavando la galleria orizzontale per cercare di intercettare il piccolo nel pozzo. In superficie è proseguita per tutta la notta una veglia per assistere la brigata dei minatori in questo ultimo decisivo impegno.

Bimbo caduto nel pozzo: le ultime notizie su Julen

Secondo gli aggiornamenti del quotidiano LaVanguardia.com, che segue la vicenda in diretta, i minatori sperano di introdurre una microcamera per poter vedere se Julen è in quel posto preciso e per controllare se il bimbo è vivo. Sono 26, al momento, le persone che stanno lavorando sul sito del pozzo, tra minatori, vigili del fuoco, Guardia Civil e altre squadre specializzate di soccorso. 

In tutti questi giorni non si è avuto alcun segno di vita del bimbo, ma si continua a sperare, e così sarà fino a quando non si raggiungerà il punto dove è caduto Julen. I genitori, José e Vicky, non smettono di credere al miracolo: “Abbiamo un angelo lassù che ci aiuta”. L'angelo è il primo figlio della coppia, morto a tre anni di età per un infarto nel 2017. I minatori, secondo l'ultimo rapporto, hanno scavato in orizzontale per un paio di metri, ne mancano ancora due. I lavori sono molto complessi, anche a causa della particolare morfologia del terreno. Nelle operazioni di salvataggio sono impegnati otto minatori delle Asturie, che scendono in coppia ogni 40 minuti, con l'ossigeno, oltre a dieci guardie civili e otto vigili del fuoco. Le speranze di trovare in vita Julen sono ridotte al lumicino: Julen è bloccato da più di 10 giorni a 71 metri di profondità in un pozzo largo appena 25 centimetri.

minatori-2

Il team dei minatori che sta cercando di raggiungere il piccolo Julen (Foto El Pais)

Bimbo caduto nel pozzo, completato il nuovo tunnel: sono ore di angoscia

Bimbo caduto nel pozzo: la diretta video dei soccorsi

I soccorsi non si sono mai fermati, decine di persone sono al lavoro notte e giorno per raggiungere il piccolo Julen caduto nel pozzo: la diretta video.

I lavori per scavare il tunnel sono stati completati nella giornata di giovedì: ora i minatori devono raggiungere il piccolo cunicolo dove si ritiene si trovi Julen. La giornata di venerdì dovrebbe essere quella decisiva.

Julen, il bimbo caduto nel pozzo: la dinamica della tragedia

Non è ancora chiara la dinamica della tragedia. E ovviamente bisognerà accertare le responsabilità di quella che non sembra proprio una fatalità. Come ha fatto il bambino a cadere in un pozzo profondo un centinaio di metri? E perché nessuno si era preoccupato di metterlo in sicurezza? Sul caso il tribunale di Malaga ha aperto un'inchiesta per ricostruire con esattezza l'accaduto. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Chiamata al 112: "Aiutateci, c’è un bambino nel pozzo"

Il pozzo è in un terreno di proprietà di alcuni parenti della famiglia Rossellò. Tutto ha avuto inizio alle 13:57 di domenica 13 gennaio, quando al centro di emergenza  di Malaga è arrivata una telefonata. A chiamare era una donna: "Un bambino è caduto in un buco di circa 40 centimetri di diametro. Dovete salvarlo, la madre sta piangendo e urlando". (Foto in basso El Pais)

Julen, un errore di calcolo complica i soccorsi del bimbo caduto nel pozzo

bimbo caduto nel pozzo tunnel-3

La mappa dei tunnel scavati dai soccorritori (da www.lavanguardia.com)

La donna e suo marito stavano facendo una passeggiata quando hanno sentito delle urla provenire da una proprietà rurale vicino a Totálan, una città a pochi chilometri da Malaga, in Andalusia. Il proprietario della terra e sua moglie, cugini dei genitori del bambino, erano in stato di choc e non avevano ancora allertato i soccorsi. Così sono stati i due escursionisti a telefonare al 112. La Spagna intera da quel momento segue i soccorsi con il fiato sospeso

Bimbo di due anni cade in un pozzo: corsa contro il tempo per salvarlo

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo una lettera dell'agenzia delle entrate per 700mila italiani

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Ora solare 2019, quando scatta il cambio: il tempo stringe

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 17 ottobre 2019: i numeri vincenti

  • Il concorso per lavorare in Senato (e non serve la laurea): posti disponibili e requisiti 

Torna su
Today è in caricamento