Lunedì, 2 Agosto 2021
Mondo Regno Unito

Manchester, il New York Times pubblica le foto della bomba: britannici su tutte le furie

Gli scatti che mostrano i resti dell'ordigno utilizzato dal Abedi Salman per la strage del 23 maggio hanno fatto aumentare la tensione tra Stati Uniti e autorità britanniche: “E' inaccettabile”

Le foto pubblicate dal New York Times (FOTO ANSA)

Una foto dell'esplosivo utilizzato per il massacro di Manchester ha creato alcuni dissapori tra Stati Uniti e Gran Bretagna. Lo scatto, pubblicato dal New York Times, ha fatto infuriare le autorità britanniche, dopo la fuga di notizie avvenuta tre giorni fa a causa dell'intelligence americana. Inutile il monito del ministro degli Interni britannico Amber Rudd di non pubblicare elementi che potessero intralciare le indagini.

Il quotidiano statunitense ha reso pubbliche le immagini raccolte sul luogo della strage, mostrando i resti dell'ordigno rudimentale utilizzato dal kamikaze: un semplice barattolo di metallo che teneva nascosto molto probabilmente sotto la maglietta o nello zaino. Tutte informazioni preliminari che raccolte dalle autorità britanniche, che si sono sentite in un certo senso violate, se non addirittura scavalcate. 

“Sono su tutte le furie”, scrive il Guardian citando una fonte di Whitehall, una tensione che rischia di ripercuotersi anche sull'incontro previsto per oggi tra Donald Trump e Theresa May. “E' inaccettabile -  scrive sempre il quotidiano inglese - Quelle immagini diffuse dall’interno del sistema Usa saranno angoscianti per le vittime, le loro famiglie e un pubblico più ampio”. Le immagini sono state pubblicate dal New York Times soltanto qualche ora dopo il veto del ministro degli Interni Rudd.

"BASTA INFORMAZIONI AGLI USA"

Le autorità britanniche hanno deciso di non condividere più con gli Stati Uniti le informazioni riguardanti le indagini sull’attentato di lunedì scorso a Manchester, costato la vita a 22 persone, a causa della fuga di notizie attribuita all’intelligence americana. E’ quanto riporta la Bbc. Oggi la questione verrà discussa dalla premier britannica Theresa May con il presidente americano Donald Trump, al vertice Nato di Bruxelles.

La polizia britannica ha rimarcato come la fuga di notizie metta a rischio seriamente l’inchiesta. La stampa britannica ha riferito di funzionari britannici “furiosi” per la pubblicazione sulle pagine del New York Times di foto scattate dalla polizia scientifica, che mostrano parti dell’ordigno usato nell’attentato.

Ieri il ministro dell’Interno britannico, Amber Rudd, aveva già espresso “irritazione” per la pubblicazione da parte dei media americani di dettagli sull’identità dell’attentatore, Salman Abedi, prima che la polizia britannica lo avesse ufficialmente identificato, aggiungendo di aver spiegato a Washington che non doveva accadere mai più.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manchester, il New York Times pubblica le foto della bomba: britannici su tutte le furie

Today è in caricamento