rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
CUBA / Cuba

Cuba, il boom del settore immobiliare

Alla fine dell'anno scorso il governo del presidente Raúl Castro ha legalizzato la compravendita delle case tra i privati residenti a Cuba. E dalla Florida piovono capitali

Il settore immobiliare a Cuba sta vivendo in questi mesi un boom senza precedenti. Alla fine dell'anno scorso il governo del presidente Raúl Castro ha legalizzato la compravendita delle case tra i privati residenti a Cuba. Opportunità anche per gli stranieri, purché con residenza permanente sull'isola.

I prezzi sono alle stelle, alcune ville nelle zone più ambite della capitale L'Avana costano più di un milione di dollari. La scrittura di compravendita porterà scritti valori minori e il nome dei nuovi proprietari non sarà quello di chi effettivamente paga ma quello di prestanome residenti sull'isola.

Su Internet nascono come funghi nuove agenzie di intermediazione immobiliare. Oggi il mercato della casa cubano vive un momento migliore di quello statunitense. Il governo cubano tollera la situazione senza porre troppi ostacoli.

Gli agenti immobiliari "illegali" cubani, i cosiddetti "correctores" si danno appuntamento al Paseo del Prado dell’Avana. Uno di loro, che preferisce restare anonimo, dice alla Stampa: "Il mercato è fantastico. Mai vista una cosa del genere". Il motivo? "Senza dubbio i capitali che piovono dalla Florida e sono destinati ai parenti-amici-residenti cubani". Chi intermedia l’affare guadagna in media il 10% del valore sborsato dal compratore.


Già, proprio la Florida patria dell'anticastrismo più militante.  Sono i cubani della Florida, emigrati a Miami negli anni successivi alla rivoluzione castrista, che prima di tutti si stanno posizionando sul mercato immobiliare della loro madrepatria. Sognano di tornare, prima o poi.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuba, il boom del settore immobiliare

Today è in caricamento