rotate-mobile
Mercoledì, 26 Giugno 2024
Rio +20 / Brasile

Rio+20, i potenti della terra boicottano il summit sull'ambiente

Le assenze eccellenti, da Obama alla Merkel fino a Cameron e Putin, stanno di fatto rendendo vano il vertice di Rio de Janeiro. Redatto un documento di 49 pagine. Greenpeace: "sconfitta epica, il testo diluito".

Non si apre certo sotto i migliori auspici Rio+20, il summit sull'ambiente e sullo sviluppo sostenibile messo in ombra dal vertice del G20 di Los Cablos. I problemi posti dalla crisi economica e le elezioni in Egitto e in Grecia hanno infatti distolto l'attenzione da quello che doveva essere un appuntamento fondamentale per il futuro della Terra, a 20 anni dal primo incontro a Rio de Janeiro. 

Tra i 120 capi di Stato che prenderanno parte alla conferenza delle Nazioni Unite spiccano delle assenze eccellenti, come quelle di Barack Obama, Angela Merkel, David Cameron e Vladimir Putin

I delegati presenti a Rio de Janeiro hanno redatto un documento di 49 pagine dal titolo “Il futuro che vogliamo”, che è stato approvato dai rappresentanti dei Paesi dell'Onu e che dovrà essere ratificato dai leader presenti al summit.

Questo documento ha suscitato però numerose critiche, soprattutto da parte delle Ong e degli ambientalisti. Greenpeace ha parlato di una “sconfitta epica”, e anche il direttore generale del Wwf non ha nascosto la propria delusione.

Rio+20, summit per l'ambiente tra le proteste

“Abbiamo bisogno che i leader mondiali intervengano direttamente nelle trattative, altrimenti ci troveremo con più povertà, più conflitti e maggiori danni ambientali”, ha dichiarato Lasse Gustavsson, come scrive il Nouvel Observateur.  

"Ogni passo avanti di cui si sente parlare nelle conferenze stampa, è un passo avanti nel diluire il testo al fine di evitare l’impegno. In realtà i governi sono qui per non fare nulla e per non impegnarsi in nulla”, ha dichiarato Daniel Mittler, responsabile politico di Greenpeace, come riporta Euronews

Non sembra però essere smorzato l'entusiasmo del Brasile, Paese che ospita il summit. “Abbiamo raggiunto il migliore equilibrio possibile a questo punto. Penso che abbiamo ottenuto un ottimo risultato”, ha dichiarato il ministro degli Esteri Antonio Patriota, come riporta la Bbc

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rio+20, i potenti della terra boicottano il summit sull'ambiente

Today è in caricamento