Giovedì, 29 Luglio 2021
Mondo Belgio

Attentati in Belgio, hooligans contro i divieti: caos in piazza della Borsa

Circa 450 persone, soprattutto tifosi di calcio dei gruppi di estrema destra, sono arrivati da Vilvorde per manifestare contro il terrorismo nonostante lo stop delle autorità alla 'Marcia contro la paura'

Bruxelles, caos in piazza della Borsa: hooligans contro polizia

BRUXELLES (BELGIO) - Caos in piazza della Borsa, diventata da martedì scorso il memoriale per le vittime degli attentati. Le forze dell'ordine in assetto antisommossa hanno chiuso gli accessi alla piazza per disperdere i manifestanti, un gruppo di circa 450 hooligans. I tifosi sono arrivati dalla città di Vilvorde per manifestare contro il terrorismo nonostante divieto delle autorità alla 'Marcia contro la paura'. Molti tifosi - riportano i media belgi - sono arrivati in piazza ubriachi scandendo slogan come "Siamo a casa nostra". Una decina, in tutto, le persone fermate.

STOP ALLA MARCIA - La marcia contro la paura, che doveva tenersi oggi a Bruxelles, è stata annullata dagli organizzatori dopo che le autorità avevano sconsigliato la partecipazione. Il ministero degli Interni belga Jan Jambon e il borgomastro di Bruxelles Yvan Mayeur avevano chiesto "per motivi di sicurezza" alla popolazione di non partecipare alla manifestazione in programma domenica contro gli attentati che hanno colpito martedì scorso la capitale belga e costati la vita a 31 persone, corteo che dovrebbe essere rimandato di alcune settimane. 

ALLERTA 3 - "Vista la permanenza del livello di allerta 3 (su un massimo di 4, ndr) e le inchieste ancora in corso, e data la mobilitazione delle forze di polizia sul terreno, vogliamo invitare la popolazione a non manifestare domani (oggi, ndr)" aveva spiegato sabato sera il sindaco di Bruxelles, Yvan Mayeur, che aveva inoltre chiesto di "rinviare il corteo di qualche settimana" per permettere agli inquirenti di lavorare. La richiesta del comune della capitale belga aveva ricevuto il sostegno del ministero degli Interni: il criticatissimo titolare del dicastero aveva rilanciato l'invito del sindaco sottolineando anch'egli i "motivi di sicurezza".

IL PREMIER - "Chiedo rispetto di un momento di dolore per tutto il Paese, è totalmente inappropriato che dei manifestanti rompano il periodo di raccoglimento a la Bourse. Le persone si riuniscono per trovare conforto, condanno fermamente ogni eccesso", ha detto il premier Charles Michel.

IL SINDACO - "Sono scandalizzato da questi farabutti che vengono a provocare gli abitanti di Bruxelles sul luogo dell'omaggio alle vittime", ha commentato il sindaco di Bruxelles Yvan Mayeur. "Siamo stati avvertiti sabato della loro possibile venuta, e constato che nulla è stato fatto per impedire di venire a Bruxelles", ha detto . "Mi aspetto una reazione del Governo federale", ha aggiunto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentati in Belgio, hooligans contro i divieti: caos in piazza della Borsa

Today è in caricamento