rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
La reazione del Pentagono / Stati Uniti d'America

La bufala dei cani militari abbandonati dagli Usa a Kabul

La denuncia era partita dagli animalisti di American Humane: ''Verranno torturati e uccisi''. Dal Pentagono è arrivata la smentita ufficiale

No, l'esercito americano non ha abbandonato i propri cani in Afghanistan. Il Pentagono ha voluto smentire alcune notizie circolate nelle ultime ore sui social media nelle ultime ore attraverso il portavoce John Kirby: "Contrariamente a informazioni inesatte, l'esercito americano non ha lasciato cani in gabbia all'aeroporto internazionale Hamid Karzai, e in particolare nessun 'cane militare''.

Le foto, pubblicate sui social network, mostrano cani collocati in un rifugio per animali afghano e non animali sotto la responsabilità dell'esercito americano, ha aggiunto John Kirby, su Twitter.

A rilanciare la notizia era stato il gruppo di animalisti American Humane. Secondo l'amministratore delegato Robin Ganzert, i cani che avevano lavorato al fianco dei militari americani ora sarebbero stati ''torturati e uccisi''. Ganzert si era anche detto pronto non solo ad aiutare a trasportare i cani soldato sul territorio americano ma anche a garantire loro cure mediche per tutta la vita. 

"Ci disgusta stare seduti a guardare i cani che valorosamente hanno servito il nostro Paese essere condannati a morte o peggio. Per evitare che si verifichi questa tragedia, i K-9 dovrebbero essere messi in salvo. Indipendentemente dall'esito, bisogna impedire che si ripeta questa grossolana svista": così si concludeva l'attacco degli animalisti alla gestione Biden, prima che arrivasse la smentita ufficiale del Pentagono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bufala dei cani militari abbandonati dagli Usa a Kabul

Today è in caricamento