Venerdì, 23 Luglio 2021
Mondo Francia

Sgomberi a Calais, migranti si cuciono la bocca per protesta: "Ora ci ascolterete?"

Il gruppo ha poi inscenato un breve corteo nei sentieri della cosiddetta "Giungla", mostrando le ferite a telecamere e fotografi e imbracciando cartelli con scritto: "Dov'è la vostra democrazia?"

Foto Twitter @Tom_PughPA

Alcuni migranti del campo profughi di Calais si sono cuciti la bocca con ago e filo per protestare contro l'operazione di smantellamento della cosiddetta "Giungla" e il trasferimento degli occupanti in altre zone di accoglienza del Paese. Il gruppo ha inscenato un breve corteo nel campo mostrando a telecamere e fotografi le bocche cucite e imbracciando cartelli con scritto "Ora ci ascolterete?" e "Dov'è la vostra democrazia? Dov'è la vostra libertà".

Il prefetto di Calais, Etienne Despalnques, ha espresso "profonda impressione" per il gesto compiuto dai migranti, ma ha aggiunto che "nulla giustifica tali gesti estremi quando lo Stato si adopera con tutti i mezzi per far uscire i migranti dalle indegne condizioni nelle quali sopravvivono". Le operazioni di sgombero della "Giungla" proseguono ormai da tre giorni, mentre ieri sera si è registrato qualche scontro, con fermi tra i profughi che si sono ribellati e fra gli attivisti "no borders".

L'operazione di sgombero e distruzione della bidonville "continuerà nei prossimi giorni, con calma e metodo, offrendo a ciascuno un posto, come da impegni presi dal governo", ha assicurato il ministro dell'interno Bernard Cazeneuve. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgomberi a Calais, migranti si cuciono la bocca per protesta: "Ora ci ascolterete?"

Today è in caricamento