rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
L'incendio / Ucraina

Accende candela per il defunto e dà fuoco al reparto Covid: è strage

Un impiegato dell’ospedale ha acceso la fiamma per commemorare un paziente morto di Covid

Una candela per commemorare un paziente defunto. Un rituale che sarebbe potuto avvenire in una chiesa e non certo in un reparto d’ospedale. Infatti sarebbe stata poi quella candela a provocare un incendio nel quale sono morte tre persone. Quattro invece sono ustionati e sono in condizioni gravissimi.

Il fatto è avvenuto nell’ospedale di Kosiv, città ai margini dei Carpazi, in Ucraina. Secondo le autorità locali, un impiegato dell’ospedale ha acceso una candela in memoria di un paziente morto. Il problema è che nell’unità di terapia intensiva c’erano apparecchiature fondamentali per i pazienti, ma pericolose se a contatto col fuoco, come ad esempio dei concentratori d’ossigeno. Di fronte alla fiamma hanno preso fuoco all’istante, causando la strage.

"L'ignoranza delle leggi elementari della fisica e il mancato rispetto delle regole di sicurezza hanno portato a perdite irreparabili", hanno affermato i servizi di emergenza, descrivendo l'incidente come un "terribile errore". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accende candela per il defunto e dà fuoco al reparto Covid: è strage

Today è in caricamento