rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Narcotraffico / Messico

Sequestrato un cannone che sparava la droga dal Messico agli Usa

Un cannone artigianale, in grado di contenere decine di pacchetti di droga, soprattutto marijuana, era in funzione dalla città di Mexicali (nella Baja California)

Sarebbe una notizia curiosa, se non fosse drammatica. In Messico un'organizzazione di narcotrafficanti aveva ideato un sistema semplicissimo per far entrare la droga negli Stati Uniti: spararla con un cannone.

Un cannone artigianale, in grado di contenere decine di pacchetti di droga, soprattutto marijuana, era in funzione dalla città di Mexicali (nella Baja California). Riusciva a far arrivare la marijuana a Calexico, in California.

La polizia messicana ha sequestrato il cannone. Era stata la polizia di frontiera statunitense ad allertare i colleghi oltreconfine. Nessuna persona è stata tratta in arresto. Il cannone pesa quasi due tonnellate ed è formato da un cilindro di plastica e una base di metallo.

Il cannone era situato su un pick-up con targa statunitense, abbandonato dai narcotrafficanti che sono riusciti a dileguarsi. Si lavora per risalire a quale cartello della droga appartenga lo "strumento", che secondo i primi riscontri sarebbe stato utilizzato diverse volte negli scorsi mesi.

Il capo della polizia di Mexicali, Marco Antonio Carrillo, ha detto che il dispositivo è in grado di sparare lattine contenenti droga ad una distanza di 400 metri all'interno del territorio degli Stati Uniti.

La guerra al narcotraffico coinvolge anche altri stati degli Usa. Le autorità statunitensi e messicane venerdì hanno smantellato una galleria in costruzione nella città di confine di Nogales, Arizona. Il passaggio è uno dei 27 che sono stati scoperti in città nel corso degli ultimi tre anni.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrato un cannone che sparava la droga dal Messico agli Usa

Today è in caricamento