rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Maxi evasione / Messico

Assalto armato in carcere, almeno 14 morti e 24 detenuti evasi

Dieci delle vittime sono agenti del penitenziario messicano di Juarez, che è stato attaccato nel tentativo di liberare i prigionieri

C'è stato un violento tentativo di evasione ieri dal carcere di Juarez, nel nord del Messico al confine con gli Stati Uniti. La rivolta ha portato a 14 morti e 13 feriti, secondo un bilancio provvisorio. Lo hanno riferito le autorità dello Stato di Chihuahua, secondo le quali delle vittime 10 sono agenti e quattro detenuti.

Uomini armati sono arrivati alla prigione a bordo di veicoli blindati e hanno aperto il fuoco contro le guardie mentre i familiari aspettavano di entrare nella struttura per la visita di Capodanno. Gli assalitori avrebbero cercato di liberare i detenuti e almeno 24 prigionieri sono riusciti a fuggire durante l'attacco. Molte carceri messicane, spesso sovraffollate, sono controllate da bande criminali.

Dopo l'attacco, la polizia e l'esercito hanno effettuato quattro arresti, non è stato chiarito se si tratta di evasi o degli aggressori.  Poco prima dell'assalto alla struttura, diversi agenti di polizia sono stati attaccati a Ciudad Juarez. Due sospetti sono stati uccisi.

Con un tasso di 85 omicidi ogni 100mila abitanti Ciudad Juarez è attualmente al quinto posto nella classifica delle città più pericolose del mondo.

Tutte le notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto armato in carcere, almeno 14 morti e 24 detenuti evasi

Today è in caricamento