Mercoledì, 27 Ottobre 2021
BRASILE / Brasile

Carcere in rivolta: detenuti decapitano gli ostaggi

Le vittime sarebbero almeno quattro e la polizia afferma che i rivoltosi stanno torturando gli agenti nelle loro mani

Da due giorni infuria la rivolta nel carcere brasiliano di Cascavel, nello stato di Paraná. Circa 700 detenuti si sono ribellati, prendendo il controllo della prigione, per protestare contro le terribili condizioni igieniche del penitenziario e la costante mancanza di cibo.

Nel corso della sollevazione i rivoltosi hanno preso in ostaggio agenti di sicurezza e alcuni altri detenuti. Le vittime sarebbero almeno quattro: due sono stati decapitati e altri due hanno trovato la morte dopo essere stati spinti giù dal tetto nel quale i contestatori si erano acquartierati.

La situazione è ancora fuori controllo e le autorità stanno cercando un compromesso con i detenuti. L'urgenza di riprendere il "possesso" dell'istituto è reso evidente dalle denunce della polizia penitenziaria e dal materiale fotografico che evidenzia come i rivoltosi stiano influggendo torture agli agenti presi in ostaggio.

Il Brasile è il quarto paese al mondo per popolazione carceraria, con 500mila detenuti a fronte di 300mila posti disponibili nelle prigioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere in rivolta: detenuti decapitano gli ostaggi

Today è in caricamento