rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
CARNE EQUINA / Repubblica Ceca

Repubblica Ceca: lo scandalo "carne equina" arriva fino a Ikea

Rinvenute tracce di dna equino nelle polpette servite nel self service in funzione presso la rivendita di Brno della nota multinazionale del mobile

Si allarga alla Repubblica Ceca lo scandalo della carne di cavallo spacciata per carne di manzo, arrivando a coinvolgere il colosso Ikea. 
I controllori dell`Ispettorato veterinario ceco hanno infatti rinvenuto tracce di dna equino nelle polpette servite nel self service in funzione presso la rivendita di Brno della nota multinazionale del mobile. Il piatto, che nelle filiali Ikea va per la maggiore, è ufficialmente a base di sola carne macinata di bovino e suino.
La scoperta ha portato al sequestro di circa 760 chilogrammi delle celebri polpette surgelate. L'annuncio oggi da parte della Amministrazione statale veterinaria della Repubblica ceca. Il portavoce Josef Duben ha detto che le tracce di cavallo sono state rinvenute in una confezione di polpette da un chilogrammo, con data di scadenza 22 gennaio 2014, prodotte in Svezia per la Ikea food, con il codice Se 237 Ee.

La notizia ha avuto un'eco immediata in Italia, dove la Coldiretti ha chiesto pubblicamente che i controlli siano estesi anche nei punti di ristorazione del gruppo Ikea in Italia.
"L`attività di controllo deve però essere accompagnata - sottolinea la Coldiretti - da interventi strutturali come l`obbligo di indicare in etichetta la provenienza di tutti gli alimenti dopo che lo scandalo della carne di cavallo ha evidenziato il grave ritardo della legislazione europea nel garantire trasparenza negli scambi commerciali e nel difendere i consumatori ed i produttori dal rischio di frodi ed inganni. La presenza di carne di cavallo in piatti pronti a base di manzo - continua la Coldiretti - prima della Repubblica Ceca aveva già portato a ritiri di prodotti, volontari o imposti dalle autorità, in Inghilterra, Francia, Germania, Bulgaria, Spagna, Portogallo, Svizzera, Austria, Norvegia, Finlandia, Danimarca, Belgio, Svezia".

Ikea Italia ha deciso un blocco precauzionale totale delle polpette Ikea nei suoi punti vendita dopo le analisi effettuate nella Repubblica Ceca. La parte italiana del gruppo con un comunicato ha riferito che sta valutando con estrema attenzione i risultati dei test. Il lotto di polpette in questione è stato ritirato immediatamente dai negozi e, tra questi, quelli in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Repubblica Ceca: lo scandalo "carne equina" arriva fino a Ikea

Today è in caricamento