rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Mondo Spagna

Catalogna, mano tesa di Madrid: "Elezioni in cambio della rinuncia all'indipendenza"

Dopo penultimatum e ultimatum oggi per la Catalogna dovrebbe essere davvero il giorno della verità. E dalle dichiarazioni che fino all'ultimo si rincorrono la crisi istituzionale sembra infilarsi dritta in un vicolo cieco

BARCELLONA - Il presidente catalano Carles Puigdemont intende a rendere effettiva l'indipendenza della Catalogna se il premier spagnolo Mariano Rajoy respingerà l'offerta di dialogo di Barcellona e applicherà l'articolo 155 della Costituzione, sospendendo l'autonomia della regione.

E' quanto scrive, secondo la stampa spagnola, il presidente della Generalitat in una lettera che verrà consegnata entro la scadenza di stamani alle 10, in risposta alla richiesta di chiarimento del governo spagnolo e concordata ieri in una riunione del direttivo della sua formazione indipendentista PDECat.

Il governo di Rajoy e il partito socialista d'opposizione a Madrid hanno concordato di proporre a Puigdemont di indire elezioni regionali in Catalogna in cambio della rinuncia ad applicare l'articolo 155, una proposta che sarebbe però stata accolta freddamente dal fronte indipendentista catalano.

Articolo in aggiornamento

Catalogna, ultimatum scaduto: sabato Madrid sospenderà l'autonomia della regione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catalogna, mano tesa di Madrid: "Elezioni in cambio della rinuncia all'indipendenza"

Today è in caricamento