rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
I Kadyrovtsy / Russia

I russi "poco spietati" e l'attentato a Zelensky: chi sono i ceceni che combattono con Putin in Ucraina

Cosa sappiamo sul gruppo paramilitare filorusso guidato da Ramzan Kadyrov, governatore della Repubblica cecena e figlio dell'ex presidente Akhmad Kadyrov, insediato nel 2000 dallo "zar" nella seconda guerra cecena. L'uomo ha chiesto di "chiudere gli occhi di fronte a tutto per farla finita in un paio di giorni"

Sono ben addestrati, abituati alla guerra, e vengono descritti come brutali e sanguinari. Tra le forze che hanno invaso l'Ucraina e combattono al fianco della Russia di Vladimir Putin ci sono anche i ceceni. Si tratta dei cosiddetti Kadyrovtsy, un gruppo paramilitare filorusso guidato da Ramzan Kadyrov, governatore della Repubblica cecena dal 2007. Ramzan Kadyrov è il figlio dell'ex presidente Akhmad Kadyrov, insediato a capo della Cecenia nel 2000 da Putin, al termine della seconda guerra cecena, e assassinato quattro anni dopo.

Breve contesto storico. La Repubblica cecena, sulle montagne del Caucaso, è oggi una delle repubbliche della Federazione russa: è stata istituita ufficialmente nel 1991, dopo la dissoluzione dell'Urss. Dopo la prima guerra cecena del 1994-1996, è stata formulata una dichiarazione di indipendenza dalla Russia. Tra il 1999 e il 2009, però, un secondo conflitto armato è stato condotto dalla Russia di Putin per riottenere il controllo di quei territori. I risultati hanno ribaltato l'esito della prima guerra cecena: in quel frangente Putin ha infatti ottenuto il controllo diretto del territorio ceceno nel 2000 e fatto insediare Akhmad Kadyrov capo del nuovo governo filorusso.

Kadyrovtsy: le milizie cecene di Kadyrov che combattono con Putin in Ucraina

Le milizie di Ramzan Kadyrov, figlio di Akhmad, sono accusate da più parti di essere responsabili di crimini di guerra e atrocità commesse a partire dalla seconda guerra cecena e negli ultimi anni in Cecenia. La loro brutalità, d'altra parte, non è stata mai smentita da Kadyrov. Per spiegare le difficoltà che l'esercito russo sta incontrando sul campo nel fronteggiare la resistenza ucraina, quest'ultimo ha dichiarato che l'offensiva in Ucraina è lenta perché i russi non sono abbastanza spietati e hanno troppa attenzione verso i civili. Qualche giorno fa ha chiesto a Putin di "chiudere gli occhi di fronte a tutto, per consentirci di farla finita in un paio di giorni".

kadyrov putin ceceni russia ansa-2

Gli uomini di Kadyrov non sono gli unici ceceni in Ucraina. A fianco delle forze ucraine ci sono molti veterani delle guerre cecene, ostili a Vladimir Putin e alla Russia, che combattono in battaglioni formati nel 2014 durante la guerra in Donbass, per proteggere l'indipendenza dell'Ucraina. Il gruppo paramilitare ceceno Kadyrovtsy era stato inviato in Ucraina già durante la guerra del 2014 nel Donbass. Ora combatte di nuovo al fianco delle truppe russe, anche se non si sa con certezza quante truppe siano state inviate da Kadyrov: secondo le stime degli analisti, si tratta comunque di migliaia di soldati. Alla guida delle truppe d'élite cecene potrebbe esserci Daniil Martynov, ex ufficiale dei corpi speciali del Fsb, il servizio segreto interno russo, molto vicino al presidente Kadyrov.

Nei giorni scorsi, i Kadyrovtsy avrebbero tentato più volte di uccidere il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ma, secondo Kiev, sarebbe stata proprio una soffiata proveniente dai servizi segreti del Fsb a consentire alle forze ucraine di eliminare il commando ceceno, sventando l'attentato.

Guerra Russia-Ucraina: le ultime notizie in diretta

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I russi "poco spietati" e l'attentato a Zelensky: chi sono i ceceni che combattono con Putin in Ucraina

Today è in caricamento