rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Mondo Brasile

Dove si nasconde Cesare Battisti

L'ex terrorista italiano ha fatto perdere le sue tracce dopo il mandato d'arresto nei suoi confronti: in Brasile non si trova e si fa strada l'idea che possa trovarsi già altrove. Tra i Paesi 'amici' e quelli senza rischio di estradizione, ecco le principali ipotesi

Nessuna traccia di Cesare Battisti. L'ex terrorista italiano è latitante da venerdì scorso e sembra essere sparito nel nulla. Dopo il mandato d'arresto firmato dal giudice Luiz Fux e il via libera all'estradizione del presidente Temer, sono stati due i blitz della polizia in due diversi indirizzi, entrambi finiti con un buco nell'acqua. Di Battisti neanche l'ombra, mentre si fa largo sempre di più il sospetto che possa già essere uscito dal Brasile, Paese che lo ha ospitato dopo la fuga dall'Italia. Ma allora, dove si trova l'ex terrorista dei Pac? Ecco le principali ipotesi

Dov'è Battisti? L'ipotesi Bolivia

Al momento l'intelligence brasiliana è orientata a pensare che Battisti si trovi ancora in Sudamerica.  “E' fuggito in Bolivia”, ha dichiarato l'ex giudice Walter Maierovitch, in un'intervista all'emittente radiofonica Cbn. Secondo i servizi segreti carioca in Bolivia Battisti potrebbe godere dell'appoggio del vicepresidente boliviano Alvaro García Liniera che all'inizio degli anni '90 fu uno dei leader del movimento guerrigliero Tupac Katari. In Bolivia, però, Battisti rischierebbe comunque l'estradizione verso l'Italia. Il trattato tra Roma e La Paz risale addirittura al 1890. 

Cesare Battisti (Ansa)

I Paesi senza rischio di estradizione

Nel continente americano, sono altri i Paesi che Battisti potrebbe tentare di raggiungere, senza correre il rischio immediato di essere arrestato e rispedito in Italia. Innanzitutto il Belize, attualmente governato dal partito di centro destra Udp, del premier Dean Barrow. Sempre nella regione, altro Paese senza trattato di estradizione con l'Italia è la Giamaica, dove al governo si trova il Partito laburista, che a dispetto del nome è in realtà un partito conservatore. Nell'elenco degli altri Paesi che non hanno un trattato di estradizione con l'Italia, figurano invece tutte mete particolarmente lontane geograficamente e difficili da raggiungere per una persona come Battisti, sulla quale ormai grava un mandato di arresto internazionale dell'Interpol: Capo Verde, Cambogia, Madagascar, Malesia, Namibia, Seychelles.

Bolsonaro: “Battisti ha un complice o è fuori dal Brasile”

L'ipotesi che l'ex terrorista italiano sia già uscito dai confini brasiliani sembra la più accreditata anche secondo il presidente Jair Bolsonaro, che ha parlato delle indagini in un video pubblicato sui suoi canali social, avanzando anche un'altra possibilità: “Se non è fuori dal Brasile ha qualche complice”. 

“Battisti - dice Bolsonaro -è latitante. E' un terrorista che ha fatto parte dei Proletari armati per il comunismo, ha assassinato quattro cittadini italiani, è stato processato e condannato. E' riuscito a fuggire in Francia, la sua situazione non si è sviluppata in modo positivo e quindi è venuto in Brasile”, è la ricostruzione del presidente brasiliano.

“Quando si discuteva il caso Battisti, la sua permanenza in Brasile e il suo status di soggetto che aveva ricevuto asilo, io ho sempre criticato la sua presenza qui perché si tratta di un terrorista”.

“Il giudice Fux – conclude Bolsonaro - ha dato il potere al presidente della repubblica, al presidente attuale Michel Temer o a me per il futuro, di decidere se concedere l'asilo o no. Temer ha deciso: congratulazioni a lui che, con un decreto, ha ordinato l'estradizione di Cesare Battisti".

"Cesare Battisti è sparito da giorni, temeva Bolsonaro"

Per aumentare le possibilità di trovare Battisti la polizia brasiliana nei giorni scorsi ha diffuso una foto segnaletica con tutti i possibili travestimenti con cui l'ex terrorista potrebbe camuffare la sua identità.

CITYNEWSANSAFOTO_2018121914530782-2

Cosa ha fatto

Cesare Battisti, ex terrorista dei Proletari Armati per il Comunismo è stato condannato in Italia a due ergastoli per quattro omicidi: in due di essi, quello del maresciallo Antonio Santoro, avvenuto a Udine il 6 giugno del '78, e quello dell'agente Andrea Campagna, avvenuto a Milano il 19 aprile del 1979, il terrorista sparò materialmente. Nell'uccisione del macellaio Lino Sabbadin, a Mestre, il 16 febbraio del '79, invece, Battisti fece da copertura armata al killer Diego Giacomini e, nel caso dell'uccisione del gioielliere Pierluigi Torregiani, avvenuta a Milano il 16 febbraio del '79, venne condannato come co-ideatore e co-organizzatore. In quest'ultimo caso, poi, all'omicidio si aggiunse un'ulteriore tragedia: nel corso della colluttazione, il figlio del gioielliere Adriano fu colpito da una pallottola sfuggita al padre prima che questi cadesse e da allora, paraplegico, è sulla sedia a rotelle.

Cesare Battisti, professione fuggitivo

La fuga di Battisti

Dopo essere evaso da un carcere italiano, Battisti si è rifugiato in Francia, Messico e poi in Brasile dove nel 2007 venne catturato dalla polizia brasiliana e dagli agenti venuti da Parigi. Due anni più tardi il Tribunale Supremo Federale (Stf) autorizzò la sua estradizione in Italia ma la decisione venne bloccata dall'allora presidente brasiliano Lula. Battisti restò in carcere a Brasilia fino al giugno 2011, quando venne scarcerato ottenendo il permesso di residenza permanente. L'attuale presidente brasiliano uscente Michel Temer aveva manifestato l'anno scorso l'intenzione di estradare Battisti in Italia. E anche il nuovo presidente Jair Bolsonaro ha promesso la sua estradizione.

Cosa rischia

Pur riconoscendo di aver fatto parte dei Pac, Battisti si è sempre detto innocente. Se catturato verrà estradato in Italia, dove dovrà scontare la pena dell'ergastolo. Ieri sul caso Battisti è intervenuto anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha ringraziato il presidente brasiliano Temer: "Il gesto da Lei compiuto - ha scritto Mattarella - costituisce una testimonianza significativa dell'antica e solida amicizia tra il Brasile e l'Italia e testimonia la sensibilità in relazione a una vicenda complessa e delicata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dove si nasconde Cesare Battisti

Today è in caricamento