Martedì, 3 Agosto 2021
TERRORISMO / Brasile

Niente carcere per Cesare Battisti: accettata la richiesta dei difensori

Disposto l'obbligo del braccialetto elettronico e il divieto di lasciare la località in cui risiede. Attesa per la decisione della Suprema Corte sull'estradizione

Cesare Battisti

Cesare Battisti resta libero. Il Tribunale regionale federale della terza Regione, con sede a San Paolo, in Brasile, ha deciso all'unanimità di mantenere le misure cautelari alternative al carcere per il terrorista, sottoponendolo tuttavia all’obbligo del braccialetto elettronico "qualora vi fosse disponibilità del dispositivo": è quanto pubblica il quotidiano brasiliano O Globo

Battisti dovrà inoltre presentarsi periodicamente in tribunale e gli sarà proibito lasciare la località in cui risiede, Cananeia, nello stato di San Paolo.

Secondo il giudice il reato di riciclaggio non è stato accertato e quanto alla fuga di capitali, si tratta di un reato non violento e se il denaro fosse stato dichiarato alla dogana darebbe stato legalmente possibile uscire dal Paese con quella somma.

Infine, il giudice del tribunale regionale federale ha stabilito che non esiste alcun collegamento fra questi presunti reati e l’estradizione di Battisti in Italia, che rimane competenza della Suprema Corte federale chiamata a decidere oggi se il governo brasiliano abbia o meno la facoltà di rivedere il decreto con cui a Battisti era stato concesso nel 2010 un visto permanente. Ma in realtà, secondo i media locali, la decisione dei giudici è slittata alla settimana prossima dopo che la procura federale ha richiesto più tempo per esprimersi.

L’ex terrorista dei Pac è stato condannato dalla giustizia italiana all’ergastolo per quattro omicidi: in caso di estradizione dunque si dovrebbe tenere conto del fatto che nell’ordinamento brasiliano il carcere a vita non esiste e dunque la pena dovrebbe venire commutata.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente carcere per Cesare Battisti: accettata la richiesta dei difensori

Today è in caricamento