Sabato, 8 Maggio 2021
Crisi Russia-Ucraina

Ucraina, svolta a Minsk: c'è l'intesa sul cessate il fuoco

L'accordo è arrivato dopo una guerra di nervi tra i quattro leader coinvolti nei negoziati. Il presidente russo Putin ha annunciato il cessate il fuoco dal 15 febbraio

Svolta a Minsk. Dopo oltre 15 ore di snervanti negoziati e numerosi momenti confusi nella capitale bielorussa è stato raggiunto un accordo per il cessate il fuoco tra le parti coinvolte nella crisi in Ucraina. Ad annunciarlo è il presidente russo Vladimir Putin, impegnato nelle trattative a quattro con i leader di Ucraina, Germania e Francia. Putin ha detto che c'è l'intesa sul ritiro delle armi pesanti e su una tregua che scatterà alla mezzanotte tra il 14 e il 15 febbraio. 

GUERRA DI NERVI - L'accordo è arrivato dopo una vera guerra di nervi tra i quattro leader coinvolti nei negoziati: dopo oltre 13 ore di colloquio i quattro avevano trovato una prima intesa nella notte su un documenti di 13 punti. Un accordo contestato però dai separatisti filorussi. E in avvio di mattinata, a gelare le speranze di pace, erano arrivate anche le dichiarazioni del presidente ucraino Petro Poroshenko che aveva parlato di "condizioni inaccettabili" imposte da Mosca. 

CRISI UCRAINA: ECCO DI COSA SI PARLERA' A MINSK

L'ACCORDO - E così, dopo una riunione fiume di 13 ore PutinPoroshenkoMerkel e Hollande sono tornati a riunirsi, con una serie di incontri bilaterali, fino all’annuncio del cessate il fuoco. Il presidente francese Hollande, ha reso noto che, con la cancelliera tedesca Merkel e il presidente ucraino Poroshenko, farà pressioni sull'Ue perché appoggi l'accordo di pace sull'ucraina, definito "una speranza per kiev". Hollande ha poi precisato che anche i separatisti filo-russi, che inizialmente si erano rifiutati di aderire all'intesa, hanno firmato il documento.

I FINANZIAMENTI ALL'UCRAINA - Intanto, un altro accordo è stato raggiunto tra il Fondo monetario internazionale e le autorità di Kiev per un nuovo programma di finanziamento da 17,5 miliardi di dollari per l'Ucraina. Lo ha detto il direttore generale del Fmi Christine Lagarde. "Sono felice di annunciare che il team del Fmi al lavoro a Kiev ha raggiunto un accordo a livello di staff con il governo ucraino su un nuovo programma di riforme economiche che sarà sostenuto da una nuova linea di finanziamento di circa 17,5 miliardi di dollari" ha detto Lagarde in una conferenza stampa a Bruxelles.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, svolta a Minsk: c'è l'intesa sul cessate il fuoco

Today è in caricamento