rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
VENEZUELA / Venezuela

Hugo Chavez non sarà imbalsamato: "Dovevamo pensarci prima"

Il vice Maduro: "Abbiamo convocato scienziati di altissimo livello, i migliori del mondo, dalla Russia alla Germania: ci hanno detto che sarà molto difficile perché lo si sarebbe dovuto decidere prima avviando subito i preparativi"

Contrordine. Hugo Chavez, il Presidente venezuelano morto due settimane fa a Caracas, non sarà imbalsamato. Le conferme arrivano proprio dall'entourage dell'ex leader bolivariano.

Potrebbe essere "molto difficile" imbalsamare il corpo di Hugo Chavez perché le procedure avrebbero dovuto iniziare "molto prima", subito dopo la sua morte. Lo ha reso noto il presidente ad interim venezuelano, Nicolas Maduro.

"Abbiamo convocato scienziati di altissimo livello, i migliori del mondo, dalla Russia alla Germania: ci hanno detto che sarà molto difficile perché lo si sarebbe dovuto decidere prima avviando subito i preparativi", ha detto Maduro.

I piani del governo erano già chiari. Il governo voleva esporre "per l'eternità il corpo imbalsamato di Chavez nel Pantheon nazionale, a fianco dell'eroe nazionale, il 'libertador' Simon Bolivar; ma le "difficolà incontrate potrebbero "rendere difficile quello che è stato fatto per Lenin, Ho Chi Minh o Mao Zedong", ha detto Maduro. L'annuncio ufficiale dovrebbe arrivare a giorni.

CHAVEZ, LA VITA IN 10 FLASH

Nel lontano '82 Gabriel García Márquez aveva scritto un lungo saggio prendendo spunto dalla notizia, pubblicata dal Jerusalem Post e ricordata alcuni giorni fa da dal Fatto, secondo la quale il corpo di Lenin esposto nel mausoleo della Piazza Rossa non sarebbe stato, in realtà, che una statua di cera. "E' molto difficile - scriveva Marquez - incontrare una giustificazione dottrinaria per l’analoga e crescente abitudine dei regimi comunisti, che sembrano sempre più confondere il culto degli eroi con il culto delle loro mummie…”. Come, per l’appunto, accaduto per Lenin, Stalin, Mao o Dimitrov in Bulgaria. “E non c’è bisogno d’esser profeti per supporre che Kim Il Sung, presidente della Corea del Nord, personaggio totalmente ignaro del dolce incanto della modestia, sia già oggi molto ansioso di sottomettere il suo glorioso corpo ai buoni uffici degli imbalsamatori…”.

Garcia Marquez ricordava anche i “non troppo consolanti precedenti” latinoamericani. Parziali (Antonio López de Santa Ana e Álvaro Obregón fecero conservare in formaldeide ed esporre, rispettivamente, la gamba ed il braccio perduti in battaglia). A questa lugubre lista non si aggiungerà il nome di Hugo Chavez.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hugo Chavez non sarà imbalsamato: "Dovevamo pensarci prima"

Today è in caricamento