Martedì, 26 Gennaio 2021
Ha vinto! / Stati Uniti d'America

Joe Biden è il nuovo presidente degli Stati Uniti

È il più votato della storia: ha ottenuto oltre 75 milioni di preferenze, battendo nel voto popolare il record di Obama. Kamala Harris prima vice donna. Ma Trump non ci sta e non si arrende: chiederà il riconteggio dei voti

Joe Biden, foto Ansa

Con la vittoria del candidato democratico in Wisconsin, Michigan e Arizona, e le notizie in arrivo da Nevada e Pennsylvania, e nonostante il riconteggio dei voti della Georgia, si può concludere la lunga maratona elettorale che ha sancito le elezioni presidenziali statunitensi. Joe Biden è stato votato dagli elettori americani come nuovo presidente degli Stati Uniti. Biden ha ottenuto oltre 75 milioni di voti, battendo nel voto popolare il record di Barack Obama: ora ha anche i voti dei 270 grandi elettori che gli permetteranno di essere eletto presidente. "Sono onorato della scelta degli americani", ha detto il neo presidente Usa.

Joe Biden è il nuovo presidente degli Stati Uniti

Decisiva la Pennsylvania che ha sancito il suo sorpasso sul presidente uscente Donald Trump, ma Biden è in testa anche in Arizona, Nevada e Georgia. Joe Biden del Partito Democratico è il 46esimo presidente degli Stati Uniti. Lui e Kamala Harris (prima donna vice presidente nella storia) sono la coppia alla presidenza che ha incassato più voti nella storia americana. Mentre lo scrutinio è ancora in corso, Biden e Harris hanno ottenuto già quasi 75 milioni di voti. È festa grande nelle strade di molte città, da New York a Washington, per la vittoria del candidato democratico. I clacson a tutto spiano festeggiano il 46esimo presidente americano, tra le urla di gioia dei passanti sui marciapiedi.

"America, sono onorato che mi abbiate scelto per guidare il nostro grande Paese". Joe Biden, con un tweet, pronuncia le prime parole da presidente eletto degli Stati Uniti. "Il lavoro davanti a noi sarà duro, ma vi prometto che sarò un presidente per tutti gli americani, che mi abbiate votato o no. Onorerò la fiducia che avete riposto in me", aggiunge.

La delusione di Donald Trump: "Le elezioni non sono finite"

L'attuale presidente Donald Trump però non è disposto a concedere la vittoria al suo avversario, torna a promettere azioni legali e dichiara: "Le elezioni non sono finite". Donald Trump è il primo presidente Usa che non riesce ad assicurarsi il secondo mandato dal 1992, quando George Bush fu battuto nella corsa per la rielezione alla Casa Bianca dal democratico Bill Clinton. Dei 44 presidenti Usa che hanno ricoperto l'incarico fino ad oggi, solo dieci hanno fallito la rielezione, quando si sono ricandidati, prima di oggi. Un presidente, John Fitzgerald Kennedy, è stato assassinato prima che potesse correre per la rielezione.

Secondo la Cnn il Pentagono ha ordinato di creare uno spazio aereo protetto sopra l'abitazione di Joe Biden, come spetta al Presidente. Trump non sarebbe intenzionato tuttavia a concedere la vittoria. "Le elezioni non sono finite - afferma la campagna di Donald Trump -. La falsa proiezione di Joe Biden come vincitore è basata sui risultati in quattro Stati che non sono ancora definitivi". Il team elettorale del presidente uscente ha lanciato una hotline per rispondere tempestivamente alle segnalazioni su presunte frodi elettorali. Un tentativo dei legali di Trump di giustificare le accuse, finora infondate, mosse da Trump mentre il candidato democratico Joe Biden aumenta il vantaggio nel testa a testa per la presidenza. Un'intera stanza è stata allestita nella sede della campagna ad Arlington esclusivamente per la hotline.

Kamala Harris, chi è la prima donna vice presidente degli Stati Uniti

biden presidente stati uniti-2

Pertanto forse occorrerà attendere l'8 dicembre per concludere le eventuali controversie, a partire da quelle sul voto per posta, l'eventuale riconteggio dei voti nei singoli stati, per le cause nei tribunali e per l'eventuale ricorso alla Corte Suprema preannunciato dal presidente uscente Donald Trump. che comunque in queste elezioni ha preso quasi 7 milioni di voti in più di 4 anni fa, quando vinse contro Hillary Clinton.

Jill Biden nipote di emigranti: ecco il paese siciliano che aspetta la sua first lady 

Si arriverà poi al 14 dicembre per l'elezione del nuovo presidente che spetta al collegio elettorale formato da 538 grandi elettori. Ogni candidato, stato per stato, sceglie quali grandi elettori dovranno rappresentarlo nel collegio. Questi poi si incontrano ciascuno nel suo stato e votano per il candidato che li ha scelti. I grandi elettori che lo tradiscono (caso raro) vengono chiamati "elettori infedeli". Il 117/mo Congresso debutterà il 3 gennaio con l'insediamoento degli eletti alla Camera dei Rappresentanti e al Senato. Il vincitore delle elezioni inizierà il suo mandato presidenziale il 20 gennaio 2021, con la cerimonia del giuramento a Capitol Hill, sede del Congresso americano, in genere alla presenza degli ex presidenti.

Biden nuovo presidente Usa

Joseph Robinette Biden Jr, detto Joe, diventerà il presidente statunitense più anziano di sempre a prestare giuramento. Compiendo gli anni il 20 novembre, esattamente due mesi prima della cerimonia di inaugurazione del 20 gennaio, Biden entrerebbe in carica a 78 anni, otto in più rispetto al record fissato dall’attuale presidente nel 2017.

Già senatore del Delaware dal 1973 al 2009 e vicepresidente USA sotto l'amministrazione di Barack Obama dal 2009 al 2017, era diventato ufficialmente lo sfidante di Trump dopo il ritiro di Bernie Sanders dalle primarie del Partito Demoocratico. La vicepresidente scelta da Biden è Kamala Harris: 55 anni, madre indiana e padre giamaicano, ex procuratore distrettuale di San Francisco ed ex Attorney General della California, è attualmente l'unica donna nera in Senato e la seconda che vi sia mai stata eletta.

Chi è Joe Biden

Nato nel 1942 a Scranton, in Pennsylvania, Biden viene da una modesta famiglia cattolica irlandese. Trasferitosi con la famiglia a Mayfield, nel Delaware, insieme a due sorelle e due fratelli, si laurea nel 1965 in scienze politiche presso la University of Delaware. Lo stesso anno conosce una studentessa della Syracuse University, Neilia Hunter, e la sposa l’anno dopo, nel 1966. Decide di frequentare la Syracuse University Law School per specializzarsi in legge, laureandosi nel 1968.

La famiglia si trasferisce a Wilmington e Joe inizia prima a lavorare in uno studio legale, poi ne apre uno proprio. In quegli stessi anni entra a far parte del Partito Democratico: viene eletto prima nel consiglio della contea di New Castle dal 1970 al 1972, poi senatore per il Partito Democratico in rappresentanza dello Stato del Delaware.

Nel frattempo Joe e Neilia hanno tre figli: Joseph “Beau” Biden III (1969), Hunter Biden (1970) e Naomi Christina Biden (1971). Ma una settimana prima di Natale 1972, Neilia e i tre figli vengono coinvolti in un gravissimo incidente stradale. La moglie e la figlia minore di un anno muoiono, mentre gli altri due bambini rimangono feriti.

Nel 1977, incoraggiato anche dai figli, si sposa con Jill Tracy Jacobs e ha un’altra figlia, Ashley Biden (1981).  

Trump: "Mio vantaggio in Stati chiave magicamente sparito, molto strano"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Joe Biden è il nuovo presidente degli Stati Uniti

Today è in caricamento