Sabato, 18 Settembre 2021
Il caso / Stati Uniti d'America

L'ospedale chiude il reparto maternità: troppo personale non è vaccinato

Succede negli Usa: "Non siamo in grado di fornire personale sicuro al servizio dopo il 24 settembre". Alcuni infermieri si sono dimessi a causa dell'obbligo, altri sono indecisi

Nei primi mesi del 2021 gli Usa erano in testa alle classifiche delle percentuali di vaccinati. Ora sono rimasti indietro (le percentuali sono inferiori a quelle italiane, per intenderci). Gli Stati Uniti stanno scivolano in fondo alla classifica dei Paesi del G7 per il tasso di vaccinazioni anti-Covid. 

Con due ordini esecutivi il presidente Biden impone l'immunizzazione a tutti i lavoratori federali e vara nuovi obblighi pure per le aziende con multe fino a 14mila euro. È previsto l’obbligo per tutti i dipendenti federali, mentre alle aziende con più di 100 addetti sarà richiesto che i loro lavoratori siano vaccinati o sottoposti almeno a un test settimanale. Le nuove disposizioni potrebbero applicarsi a ben 100 milioni di americani, quasi i due terzi della forza lavoro del Paese. "Siamo stati pazienti, ma la nostra pazienza si sta esaurendo e il vostro rifiuto ha avuto un costo per tutti noi" ha detto Biden, rivolgendosi a quegli americani che ancora rifiutano di ricevere il vaccino, stimati in circa 80 milioni.

Si prospettano situazioni critiche. Il personale del reparto maternità non è vaccinato e i parti vengono sospesi per settimane. Succede in un ospedale dello Stato di New York. Molti membri dello staff del reparto maternità del Lewis County General Hospital, sei secondo quanto riferisce il responsabile della struttura Gerald Cayer, si sono dimessi negli ultimi giorni in seguito all’obbligo di vaccino anti-Covid. Altri sette invece non hanno ancora deciso se vaccinarsi o meno. Questa situazione "ci porterà a sospendere i parti e chiudere il reparto maternità" a partire dal 25 settembre, continua Cayer. L'obbligo di vaccinazione per lo staff medico scatta il 27 settembre. "Non siamo in grado di fornire personale sicuro al servizio dopo il 24 settembre", ha affermato Cayer. Lo stop sarà temporaneo. Durante la pausa, il sistema sanitario si concentrerà nel reclutamento di infermieri per ripristinare il servizio.

L'ex governatore di New York Andrew Cuomo ha approvato un obbligo il  16 agosto scorso per garantire che tutti gli operatori sanitari di New York debbano essere vaccinati.  Più specificamente, gli ospedali e i dipendenti delle strutture di assistenza a lungo termine devono ricevere la prima dose del vaccino entro il 27 settembre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ospedale chiude il reparto maternità: troppo personale non è vaccinato

Today è in caricamento