rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Grecia / Grecia

Atene, colpi di kalashnikov contro la sede di Nea Dimokratia

Negli scorsi mesi una serie di atti di vandalismo hanno colpito gli uffici dei partiti al governo e le abitazioni di cinque giornalisti

Il quartiere generale di Nea Dimokratia ad Atene è stato attaccato a colpi di kalashnikov. La polizia ha raccolto sul posto 9 bossoli. Secondo i primi rilevamenti uno dei proiettili ha colpito la finestra dell’ufficio del primo ministro Antonis Samaras. Non ci sono stati feriti perchè il tutto è successo intorno alle due di notte.

Non è il primo segno di una violenza sotterranea che rischia di esplodere. Negli scorsi mesi una serie di atti di vandalismo hanno colpito gli uffici dei partiti al governo e le abitazioni di cinque giornalisti. Gli esponenti della maggioranza parlano di "escalation preoccupante": "Nea Demokratia continuerà per la sua strada, garantendo il suo contributo alla democrazia – ha detto in parlamento Makis Voridis, una delle figure simbolo del partito di maggioranza relativa – Non arretriamo impauriti di fronte a qualsiasi atto terroristico”.

Nei pressi dell’edificio è stata ritrovata un’auto carbonizzata, che secondo quanto ricostruito potrebbe avere un filo conduttore nell’attentato. Il portavoce del governo Simos Kedikoglou ha fatto sapere: "Si tratta di un tentativo che mira a diffondere la paura nella società greca. Viviamo in una situazione mai vista finora. Il governo intraprenderà ogni azione necessaria a salvaguardare la nostra democrazia".

Gli incidenti hanno creato un clima di tensione tra l’esecutivo e il principale partito d’opposizione, Syriza che oggi ha condannato, senza fare distinzioni, qualsiasi atto di violenza nel Paese. L'assalto di ieri alla see di Nea Demokratia fa seguito a una serie di attentati esplosivi contro giornalisti ed esponenti politici la settimana scorsa, alcuni dei quali rivendicati da gruppi di sinistra che protestano contro la profonda crisi finanziaria.

La Grecia è al sesto anno di recessione, in una crisi che ha alimentato la rabbia contro i creditori stranieri e la classe politica locale, che l'opinione pubblica accusa di aver portato il Paese alla bancarotta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atene, colpi di kalashnikov contro la sede di Nea Dimokratia

Today è in caricamento