rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Aiuti umanitari

Come possiamo aiutare le vittime del terremoto in Turchia e Siria

Le donazioni alle organizzazioni che lavorano sul campo: chi sono e come sostenerle

Due giorni dopo il potente terremoto che ha causato migliaia di morti e feriti in Turchia e Siria, diverse associazioni e agenzie si sono mobilitate per fornire aiuti alle persone colpite. Alcune nazioni si sono già impegnate a inviare aiuti. La comunità internazionale si sta mobilitando per aiutare i due Paesi colpiti dal sisma. Le prime squadre di soccorritori, con attrezzature e rifornimenti, sono già attivate nella zona. Secondo il presidente turco, 45 Paesi hanno offerto il loro aiuto in un'ondata di solidarietà che va dagli Stati Uniti alla Cina, dalla Russia all'Ucraina, visto che anche Kiev ha annunciato l'invio di 87 operatori umanitari. Le Nazioni Unite hanno approvato un primo pacchetto di aiuti di 25 milioni di dollari. C'è poi l'impegno dei singoli individui. Ecco come aiutare le organizzazioni che lavorano sul campo.

Syrian American Medical Society

La Syrian American Medical Society è un'organizzazione di soccorso che lavora in prima linea nella crisi. Continua a prestare servizio nell'area, anche se almeno uno dei suoi ospedali è stato chiuso a causa dei danni provocati dalle scosse. Chiedono donazioni per acquistare materiale traumatologico e continuare a fornire aiuti d'emergenza ai loro pazienti.

Unhcr

L'Unhcr è attualmente presente in Turchia e Siria per fornire coperte termiche, materassi, set da cucina, teli di plastica, taniche, materassini, kit di abbigliamento invernale e giacche invernali. 

Unicef

Anche il Fondo Internazionale di Emergenza per l'Infanzia delle Nazioni Unite (Unicef) ha mobilitato gli aiuti per la Siria e si sta concentrando sulla valutazione dell'impatto del terremoto sulle stazioni idriche e su qualsiasi altra interruzione dei servizi. Sta anche valutando i danni subiti dalle scuole. L'Unicef ha dichiarato che un'altra priorità è aiutare i bambini non accompagnati a ritrovare le loro famiglie.

I Caschi bianchi

I Caschi bianchi, un'organizzazione no-profit composta da 3.000 volontari che aiutano la comunità siriana, hanno dichiarato di aver bisogno di più attrezzature e rifornimenti per continuare le numerose operazioni di ricerca e salvataggio nella regione. In precedenza, l'organizzazione ha aiutato a fornire cure primarie ai pazienti affetti da Covid-19, ha offerto servizi di ambulanza a quelli con casi più gravi e fornisce regolarmente assistenza sanitaria alle madri. È possibile dare un contributo finanziario al seguente link.

Mezzaluna rossa turca (Türk Kızılay)

Secondo un comunicato stampa, la Mezzaluna rossa turca ha più di 240 membri del personale e centinaia di volontari nella regione colpita dal disastro, che forniscono servizi mobili di cucina e catering. Stanno inoltre inviando tende, coperte e letti. L'organizzazione chiede alle persone di donare il sangue, mentre continua a spedire sangue dalle scorte esistenti per tutto il giorno. La Mezzaluna Rossa ha fornito le coordinate bancarie per le donazioni in un tweet, ma è possibile donare anche qui.

Comitato internazionale di soccorso

L'International Rescue Committee (Irc), un'organizzazione che risponde alle crisi umanitarie più gravi, opera in oltre 40 Paesi. "Le squadre sono sul campo e lavorano instancabilmente per garantire la sicurezza e il benessere del nostro personale, dei partner locali e delle persone colpite", ha dichiarato Tanya Evans, direttore nazionale per la Siria dell'Irc.

Save the Children

Save the Children sta lavorando nel nord-ovest della Siria e in Turchia per valutare al meglio gli aiuti necessari, ma sta pianificando di sostenere le comunità colpite con kit d'emergenza nel rigido clima invernale. È possibile contribuire al Fondo di emergenza per l'infanzia al seguente link.

Global Giving

Global Giving, un'organizzazione non profit che mette in contatto altre organizzazioni non profit con i donatori, ha lanciato il Fondo di soccorso per il terremoto in Turchia e Siria, con l'obiettivo di raccogliere 5 milioni di dollari per contribuire alle necessità immediate di cibo, alloggi e acqua. Una volta terminato il fabbisogno iniziale, i fondi sosterranno gli sforzi di recupero a lungo termine.

Project Hope 

Project Hope, un'organizzazione che si occupa di salute globale e aiuti umanitari, ha dispiegato squadre di emergenza per aiutare sul campo. Potete sostenere il loro lavoro qui.

Fondazione per il soccorso umanitario

La Fondazione per il soccorso umanitario è al servizio delle comunità colpite da catastrofi e guerre sin dalla sua fondazione nel 1992. Sta raccogliendo donazioni per inviare acqua, cibo e materiali per l'alloggio alle persone in difficoltà. Hanno anche una mensa mobile per i poveri che sta facendo il giro della regione. Considerate la possibilità di fare una donazione qui.

Medici senza frontiere

Medici Senza Frontiere ha fornito un supporto immediato di emergenza attraverso personale aggiuntivo, coperte e kit nel nord-ovest della Siria in seguito al terremoto. Potete contribuire con una donazione al seguente link. Direct Relief Direct Relief è un gruppo di assistenza medica umanitaria specializzato nella risposta ai disastri. Attualmente sta mobilitando aiuti medici e aiutando a finanziare le squadre di ricerca e soccorso in coordinamento con le autorità locali. Potete sostenere la causa qui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come possiamo aiutare le vittime del terremoto in Turchia e Siria

Today è in caricamento