rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Olanda / Paesi Bassi

La più grande spia olandese condannata a 12 anni di carcere

Raymond Poeteray aveva fornito alla Russia informazioni riservate sulle strategie militari della Nato

Era un funzionario del Ministero degli Esteri olandese. Ma anche una pericolosa spia.

Raymond Poeteray è stato condannato a dodici anni di carcere per aver fornito alla Russia informazioni riservate sulle strategie militari della Nato in Libia e in Afghanistan. La collaborazione con i servizi segreti di Mosca sarebbe proseguita "per anni".

La spia, in base alla sentenza di un tribunale olandese, ha passato informazioni in cambio di soldi. Il "movente" è meramente economico. L'uomo doveva saldare alcuni debiti e voleva permettersi un elevato tenore di vita. Le futili motivazioni sono state considerate un aggravante dal tribnale. Una funzionaria ha spiegato: “La condanna è proporzionata alla gravità dei fatti. Sono stati rivelati segreti di Stato che hanno danneggiato il paese e i suoi alleati”.

Le autorità olandesi hanno trovato in quattro chiavette Usb sequestrate all'uomo documenti sensibili riguardanti la situazione in Libia, la posizione degli osservatori dell’Ue in Georgia e informazioni riguardanti le missioni in Kosovo e in Afghanistan.

Secondo gli inquirenti per i suoi "servizi" l'ex diplomatico ha ricevuto non meno di 72.000 euro. Nei Paesi Bassi Poeteray è considerato la più grande spia nella storia moderna del Paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La più grande spia olandese condannata a 12 anni di carcere

Today è in caricamento