rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Mondo Stati Uniti d'America

Uccise un poliziotto, condannato a morte: le ultime parole prima dell'esecuzione

E' la ventunesima esecuzione capitale negli Stati Uniti nel 2017

Lo stato americano dell’Alabama ha eseguito la condanna a morte, con iniezione letale, contro Torrey McNabb, condannato alla pena capitale per aver ucciso un poliziotto nel 1997. Lo riferiscono diversi media americani tra cui la Cbs e Fox News. McNabb, afroamericano di 40 anni, è stato ucciso nella prigione di Hollman, ad Atmore. Inutile il ricorso alla Corte suprema da parte dei suoi avvocati.

L’uomo aveva chiesto che la condanna fosse sospesa perché il metodo è disumano e crudele. Si tratta della ventunesima esecuzione negli Stati Uniti dall’inizio dell’anno. Nel 2016 erano state in tutto venti. McNabb è stato dichiarato morto alle 21:38 ora locale (le 4:38 ora italiana).

Prima di morire si è rivolto alla famiglia: “Mamma, sorella, guardate i miei occhi. Non ho lacrime. Non ho paura”, avrebbe detto secondo quanto riferito dai presenti alzando poi il dito medio e rivolgendosi alle autorità statali: “Vi odio, vi odio”.

Stop alla pena di morte - Amnesty International

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise un poliziotto, condannato a morte: le ultime parole prima dell'esecuzione

Today è in caricamento