rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Mondo Stati Uniti d'America

Stati Uniti, iniezione letale a un uomo autistico

"Non era in grado di spiegare ai giudici cosa fosse realmente accaduto quella notte", ha raccontato il suo avvocato

Gregory Paul Lawler, di 63 anni, è stato ucciso con un'iniezione letale ieri sera a Jackson, in Georgia. L'uomo era affetto da autismo ed era stato condannato a morte per l'uccisione di un poliziotto e il ferimento di un altro.

Secondo quanto fatto sapere dal legale di Lawler, a causa della sua patologia il 63enne non era in grado di spiegare ai giudici cosa fosse realmente accaduto la notte in cui è stato arrestato. Secondo l'accusa l'uomo la stessa sera aveva anche picchiato la ragazza che stava accompagnando a casa perché ubriaca.

La Corte suprema ha di recente respinto la sua richiesta di clemenza. Dall'inizio del 2016 negli Stati Uniti sono state "giustiziate" diciassette persone, contro le ventotto del 2015. Sette condanne a morte sono state portate a termine solo in Georgia, uno degli Stati più "attivi".

Stop alla pena di morte - Amnesty International

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stati Uniti, iniezione letale a un uomo autistico

Today è in caricamento