Sabato, 19 Giugno 2021
La sentenza

Condannato l'uomo che ha preso a schiaffi Macron

Il tribunale lo ha giudicato colpevole di violenza contro una persona investita di pubblica autorità. Il violento si è descritto come un "patriota" di destra o estrema destra, membro del movimento dei Gilet gialli

E' stato condannato a 18 mesi di carcere l'uomo che ha dato uno schiaffo al presidente francese Emmanuel Macron. Il Tribunale ha accolto la richiesta della Procura, specificando che 14 mesi saranno con la condizionale e quattro da scontare. L'aggressore ha negato di aver premeditato il gesto. Il tribunale lo ha giudicato colpevole di violenza contro una persona investita di pubblica autorità. L’uomo si è descritto come un "patriota" di destra o estrema destra, membro del movimento dei Gilet gialli.

Macron era stato preso a schiaffi l’altro ieri, mentre era impegnato in una serie di visite in diverse regioni del Paese. La violenza è stata ripresa in video da alcuni presenti e postata sui social network. Da quanto si vede nelle immagini, Macron, che era in visita a Tain-l'Hermitage ed era appena uscito da una scuola alberghiera, si stava allontanando dalla folla trattenuta dietro le barriere e stava per rientrare nell'automobile che lo attendeva. Vedendo le persone che lo chiamavano, si è avvicinato alle transenne e il primo uomo verso il quale si è diretto lo ha afferrato per il braccio e lo ha colpito con uno schiaffo. È immediatamente stato bloccato e posto in stato di fermo dagli uomini della sicurezza del presidente francese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato l'uomo che ha preso a schiaffi Macron

Today è in caricamento