rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Biden rinsalda l'asse transatlantico

"La democrazia è sotto attacco"

La sfida con la Russia "che ci vuole indebolire" e la competizione "a lungo termine" con la Cina. Il duro intervento del neo presidente statunitense Joe Biden alla conferenza sulla sicurezza di Monaco

"L'America è tornata, l'Alleanza atlantica è tornata". Con queste parole il neo presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha scaldato la Conferenza sulla sicurezza in corso a Monaco. Soprannominata “la Davos della Difesa”, riunisce una volta l’anno il gotha della diplomazia internazionale.

La sfida con la Cina e con la Russia

"Doppiamo prepararci per una competizione a lungo termine con la Cina", ha affermato il Presidente americano Joe Biden, sottolineando che la "competizione con la Cina sarà dura". E su questo fronte, "Stati Uniti ed Europa dovranno stare insieme, avere le idee chiare su quali sono le alleanze storiche e su quello che richiedono".

Parole forti quelle del Presidente americano che ha denunciato la sfida posta dalla Russia che "vuole indebolire l'unità transatlantica".

conferenza di monaco-2

"La sfida posta da Mosca è diversa da quella posta dalla Cina, ma non è per questo meno reale. È di importanza cruciale riconoscerlo per proteggere la nostra sicurezza collettiva", ha precisato il Presidente americano, citando lo sforzo del Cremlino "per indebolire il progetto europeo e l'unità transatlantica". Perché "per Mosca è più facile prevaricare i Paesi singoli che negoziare con la comunità transatlantica".

"In troppi luoghi al mondo, compreso in Europa e negli Stati Uniti, il progresso democratico è sotto attacco - spiega Biden - se lavoriamo insieme ai nostri partner democratici, con forza e fiducia, risponderemo a ogni sfida e supereremo ogni sfidante". "La partnership transatlantica è costruita su una visione del futuro in cui ogni voce è importante, in cui i diritti di tutti sono protetti e il diritto viene rispettato, anche se nessuno di noi è riuscito ad attuare pienamente questa visione", ha aggiunto. "Siamo nel pieno di un dibattito fondamentale sulla direzione futura del nostro mondo, fra coloro che sostengono che l'autocrazia è il modo migliore per procedere e coloro che comprendono che la democrazia è essenziale per raccogliere le sfide. E' un punto di svolta e io credo che prevarrà la democrazia. Dobbiamo dimostrare che la democrazia è ancora in grado di dare risultati alla gente, questa è la nostra missione. La democrazia non compare per caso, dobbiamo difenderla, rafforzarla, rinnovarla. Dobbiamo dimostrare che il nostro modello non è una reliquia della nostra storia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La democrazia è sotto attacco"

Today è in caricamento