Mercoledì, 27 Ottobre 2021
L'iniziativa / Germania

Il referendum per confiscare le case sfitte

Non solo elezioni politiche: domenica 26 settembre i cittadini di Berlino hanno votato per l’esproprio degli appartamenti di proprietà di colossi immobiliari.

Non solo elezioni politiche in Germania, in un importantissimo referendum i berlinesi hanno votato a maggioranza per la confisca degli appartamenti ai colossi dell'immobiliare come Deutsche Wohnen, che posseggono migliaia di immobili nella capitale della Germania. Stando ai dati divulgati in serata dai media tedeschi, il 57% si è pronunciato a favore, il 38 contro.

confisca immobili-2

A Berlino la maggior parte degli abitanti vive in affitto e poche grandi aziende detengono centinaia di migliaia di appartamenti. Negli ultimi decenni i costi degli affitti sono letteralmente esplosi a Berlino ancor più che nel resto della Germania, nonostante molti appartamenti siano sfitti: nel 2020 il sindaco Michael Müller aveva provato ad arginare il fenomeno approvando una legge per imporre un tetto massimo agli affitti, che fu però bocciata dalla Corte costituzionale tedesca per illegittimità.

Ecco perché i cittadini hanno formato dei comitati per combattere questo fenomeno. Il referendum che ha visto la vittoria del sì alle confische degli appartamenti sfitti non è vincolante, ma il nuovo senato federale dovrà confrontarsi con il risultato di ieri sera. Franziska Giffey, la socialdemocratica che ha vinto e che succederà a Michael Mueller come sindaca della capitale, ha già detto di essere contraria a misure del genere.

Berlino potrebbe espropriare 243mila case alle società immobiliari contro il caro affitti

L'iniziativa promossa dal comitato Deutsche Wohnen & Co enteignen chiede che lo stato espropri le case sfitte di proprietà delle aziende che possiedono più di 3mila immobili, indennizzandole con un compenso secondo il valore di mercato, trasferendo i beni a una società di diritto pubblico per una gestione basata su principi di solidarietà e uguaglianza. L’iniziativa poggia sull’articolo 15 della Costituzione tedesca che permette l’esproprio di terreni e mezzi di produzione se questo è eseguito per il bene della società.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il referendum per confiscare le case sfitte

Today è in caricamento