rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Sociale / Stati Uniti d'America

La coppia che non rivela il sesso al figlio di due anni: "Sceglierà da solo"

Kyl e Brent Myers si rivolgono al piccolo Zoomer usando un pronome neutro: "Il genere è una costruzione sociale"

Kyl e Brent Myers hanno un figlio da due anni, ma hanno scelto di non dire a nessuno (nemmeno al diretto interessato) se si tratta di un uomo o una donna.

"Il sesso è una costruzione sociale", dice mamma Kyl che di una cosa è sicura: quando verrà il momento sarà lo stesso Zoomer – questo il nome del piccolo, scegliamo il maschile per comodità – a identificare automaticamente il proprio genere. Zoomer è già piuttosto avanti sotto questo punto di vista: la madre ha raccontato all’Independent che quando per strada vede un uomo, il piccolo esclama "Dada" ("dad" in inglese significa "papà"), dal momento che nota una somiglianza con il babbo. 

Piccolo problema: come fanno Kyl e Brent a rivolgersi al bambino/a? I due, come racconta oggi TgCom24, utilizzano il pronome "they" perché, spiega Kyl su Instagram, "in inglese può essere utilizzato anche per indicare il genere neutro". Ma perché Kyl e Brent hanno questa fissazione con il genere? È sempre l'Independent ad informarci che Kyl, che dei due sembra la più convinta ad intraprendere questo metodo educativo, è stata studentessa di teorie di genere all’Università dello Utah. E durante il suo percorso di studi ha avuto un'illuminazione: i generi sono una costrutto sociale in grado di limitare la libertà di scelta.

"Certo che tra uomini e donne si sono delle differenze biologiche", ammette Kyl. Ma una volta che il genere viene inculcato nella mente di un bambino, non è più possibile tornare indietro. E poi è limitativo ridurre il mondo a due sole categorie: “Esistono gli omosessuali, i transgender”, dice Kyl. L’umanità non può essere ridotta ad un genere binario. Ed ecco l’idea:  Zoomer deve poter crescere senza avere costrizioni mentali che ne possano influenzare la personalità. 

La coppia si aspetta che tra non molto Zoomer identifichi da solo il proprio genere. Secondo la madre probabilmente succederà quando avrà tre o quattro anni. Nel frattempo a casa Myers si segue il metodo del "gender creative": Zoomer sceglie da sé quali giocattoli preferisce (se da uomo o da donna). Anche Kyl e Brent fanno la loro parte: nella vita quotidiana si dividono equamente i compiti, senza dare mai l’impressione al bimbo che tra loro ci siano differenze di genere. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La coppia che non rivela il sesso al figlio di due anni: "Sceglierà da solo"

Today è in caricamento