rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Mondo Corea del Nord

Corea del Nord, riunione d'emergenza del consiglio di sicurezza dell'Onu

Gli Stati Uniti sono pronti ad utilizzare il loro dispositivo nucleare nel caso in cui la Corea del Nord continui a minacciarli o a minacciare i loro alleati, ha dichiarato la Casa Bianca

Il consiglio di sicurezza dell'Onu farà oggi una riunione di emergenza per discutere una risposta internazionale all'ultimo test nucleare della Corea del Nord. L'incontro urgente è stato chiesto da Usa, Gran Bretagna, Francia, Giappone e Corea del Sud e si terrà a New York alle 10 del mattino (le 15 in Italia).

Telefonata Trump-Abe

Gli Stati Uniti sono pronti ad utilizzare il loro dispositivo nucleare nel caso in cui la Corea del Nord continui a minacciarli o a minacciare i loro alleati, ha dichiarato la Casa Bianca.

Dopo l'ultimo test nucleare effettuato dalla Corea del Nord, il presidente Donald Trump ha parlato al telefono con il premier giapponese Shinzo Abe: "I due leader - si legge in un comunicato della Casa Bianca - hanno condannato le azioni di destabilizzazione e di provocazione della Corea del Nord e confermato l'indissolubile legame reciproco in materia di difesa e si sono impegnati a continuare a cooperare fortemente".

Usa pronti alla risposta militare

Il presidente Trump ha ribadito l'impegno degli Stati Uniti a difendere la nostra Patria - ha dichiarato Washington - i nostri territori e i nostri alleati, utilizzando la gamma completa delle capacità diplomatiche, convenzionali e nucleari di cui disponiamo".

Poche ore prima gli Usa, nella persona del segretario alla Difesa Jim Mattis, hanno avvertito Pyongyang che potranno scatenare "una massiccia risposta militare" se la Corea del Nord dovesse minacciare il loro territorio o quello dei loro alleati.

Russia: "Sanzioni non sono servite"

La Russia è pronta a "partecipare a tutte le discussioni pertinenti" alla crisi nordcoreana, "all'interno del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e in altri formati". Ma fa notare che finora le sanzioni imposte alla Corea del Nord non hanno "portato ad alcun risultato positivo" e la "situazione lascia molto a desiderare". Lo ha detto Dmitry Peskov, portavoce del presidente russo Vladimir Putin.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corea del Nord, riunione d'emergenza del consiglio di sicurezza dell'Onu

Today è in caricamento