Sabato, 28 Novembre 2020
Svizzera

Coronavirus, vanno a ballare ma uno è positivo: in 300 finiscono in quarantena

I fatti accaduti in Svizzera rappresentano un monito per la riapertura dei locali da ballo che nella vicina Lombardia è prevista per il prossimo 14 luglio

Coronavirus, torna a far discutere riapertura discoteche (Foto archivio Ansa)

La voglia di tornare a ballare è costata cara a un gruppo di circa 300 persone che adesso sono sottoposti alla quarantena dopo una serata trascorsa in una discoteca a Zurigo lo scorso 21 giugno. I fatti accaduti in Svizzera rappresentano un monito per la riapertura dei locali da ballo. Le autorità elvetiche hanno disposto la quarantena per gli avventori del club dopo che uno dei presenti è risultato positivo al test del coronavirus, quattro giorni dopo la festa. Nel frattempo, altri cinque frequentatori del locale si sono aggiunti al bilancio dei contagiati.

La polizia ha requisisto la lista delle presenze per informare tutti i clienti e i dipendenti del club. Nel comunicato riportato dal quotidiano locale Ticinonews le autorità invitano la popolazione a essere prudenti e a evitare gli assembramenti, nonché indossare una mascherina laddove non sia possibile tenere le distanze.

In Svizzera, dove il numero totale delle persone contagiata dal coronavirus Sars-cov-2 è salito a oltre 31mila e ora la magistratura elvetica ventila l'ipotesi di disporre una nuova chiusura dei locali notturni.

L'episodio preoccupa la vicina Lombardia dove la riapertura dei locali è prevista per il prossimo 14 luglio: intanto dalla Regione si attende una conferma dell'attuale obbligo di utilizzare la mascherina anche all'aperto per ora disposto fino al prossimo 30 giugno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, vanno a ballare ma uno è positivo: in 300 finiscono in quarantena

Today è in caricamento