Sabato, 16 Ottobre 2021
Mondo Francia

Come la Francia sta cominciando a sconfiggere il coronavirus

Il confronto tra gli ultimi lunedì è significativo: ieri 9.406 nuovi casi, il lunedì precedente 20.155, due settimane fa 52.518. Il contagio decelera nettamente. Speranza per Natale. Il ministro della Sanità Véran: "Però non si può prevedere quando finirà il lockdown"

Grazie al lockdown, come nel marzo scorso, la trasmissione del virus Sars-CoV-2 sta rallentando nettamente in Francia. Il ministro francese della Salute, Olivier Véran, ha dichiarato questa mattina che "abbiamo cominciato la decrescita dell'epidemia" di coronavirus. Intervistato da BFM-TV-RMC, Véran ha aggiunto di voler permettere ai francesi "di passare Natale in famiglia", ma non può ancora "fornire una data per la fine del lockdown". 

Virus in Francia: i numeri confermano che il contagio sta rallentando

I numeri di inizio settimana confermano che i contagi sono in netto calo. Il confronto tra gli ultimi lunedì sul numero di nuovi casi è significativo: ieri 9.406 casi, il lunedì precedente 20.155, due settimane fa 52.518. Il contagio decelera. La Francia sembra quindi aver superato il picco dell'epidemia di Covid-19, ma è ancora troppo presto per annunciare la fine del lockdown nel Paese: Véran ha anche preannunciato che le restrizioni ai viaggi francesi non saranno revocate il primo dicembre.

"Il virus sta circolando un po' meno rapidamente rispetto a prima, all'inizio del coprifuoco. Stiamo riprendendo il controllo del virus, ma è ancora troppo presto per rivendicare la vittoria", ha detto il ministro, all'indomani del bilancio giornaliero dei contagi più basso da oltre un mese". Bando però ai facili entusiasmi, è ancora molto dura. "Siamo in una fase in cui la pandemia sta diminuendo, anche se rimane ad un livello elevato, ma per ora non possiamo fornire alcuna data per quanto riguarda la fine del lockdown francese", ha aggiunto Véran. "Per ora, non credo che la situazione sanitaria sia appropriata per consentire ad alcuni negozi di riaprire il 27 novembre".

Almeno altre due settimane di serrata sono certe in Francia, dove è già stato chiarito che a dicembre bar e ristoranti dovranno ancora restare chiusi. Il ritorno del Covid-19 con una seconda ondata dopo un estate di tregua era stato ampiamente previsto anche in Francia, ma nessuno si aspettava che già nel mese di ottobre la situazione sarebbe stata esplosiva. Il primo di ottobre in Italia c'erano 29,1 casi ogni milione di abitanti, i francesci erano già a quota 180.

casi covid francia-2

La curva dell'epidemia in Francia (Fonte: New York Times)

Il lockdown in Francia

Il lockdown in Francia o come sarebbe più corretto chiamarlo nella lingua d'Oltralpe, confinement, è iniziato venerdì 30 ottobre. Dopo l’annuncio in televisione del presidente francese Macron di martedì 28 ottobre, l’indomani, giovedì 29, il primo ministro Jean Castex ha dettagliato le modalità di questo nuovo confinement per arginare la diffusione del virus.

L’annuncio del lockdown del presidente Macron è arrivato nel giorno in cui la Francia ha sfiorato i 70mila contagi in 24 ore, con 767 decessi, 2821 ricoveri e 372 nuovi pazienti in terapia intensiva. Tra le misure previste, la mascherina obbligatoria a partire dai 6 anni, lo smartworking raccomandato, e la chiusura di tutti i negozi tranne quelli di generi alimentari essenziali, distributori di benzina, lavanderie, tabaccherie, ottici, società di autonoleggio.

Sono chiusi bar, ristoranti (sì all'asporto) , teatri, cinema, centri sportivi. I matrimoni sono ammessi con un massimo di 6 persone presenti. I funerali con massimo 30 persone partecipanti al rito. Per gli spostamenti per scuola, lavoro, salute è necessaria l'autocertificazione che si può scaricare dal sito del governo. Insomma, un lockdown classica ma con le scuole aperte. La scelta di tenere le scuole aperte è stata presa soppesando svantaggi e benefici: un rischio calcolato. La didattica a distanza è stata prevista solo epr le università.

Le feste con 300 persone e le polemiche sull'idrossiclorochina

Le tensioni nel corso del lockdown non sono mancate. Una festa con 300 persone accalcate in un loft in Francia è finita con la polizia presa di mira da lanci di bottiglie e bastoni e una denuncia per violenze in arrivo. E' successo la scorsa settimana a Joinville-le-Pont, nel Val-de-Marne, ad Est di Parigi, le forze dell'ordine sono intervenute su segnalazione di un party scatenato e "in totale sprezzo delle regole sanitarie", date le misure di confinamento in vigore per contenere l'epidemia da Covd-19. Per disperdere i convenuti che si sono messi a lanciare bottiglie ed oggetti, gli agenti hanno sparato due granate anti-accerchiamento, ha riferito la polizia locale sul suo account Twitter: "Tutti gli invitati si sono volatilizzati".

Come in Italia, anche sulle cure si è aperto un dibattito interno a tratti molto aspro. Un controverso professore francese che pubblicizza il farmaco anti-malaria idrossiclorochina come trattamento per il coronavirus - senza prove, dicono gli scienziati - apparirà davanti a un gruppo disciplinare per rispondere all'accusa di di violazioni etiche, ha detto oggi un ordine di medici. Didier Raoult, residente a Marsiglia, è accusato dai suoi colleghi di diffondere false informazioni sui benefici del farmaco. La sua promozione dell'idrossiclorochina è stata ripresa dai presidenti degli Stati Uniti e del Brasile Donald Trump e Jair Bolsonaro, che hanno pubblicizzato i suoi benefici non dimostrati in un modo in cui i critici dicono che mettono a rischio la vita delle persone. Nessuno studio clinico per adesso ha ancora trovato niente a favore dell'uso di idrossiclorochina contro Covid-19.. 

Al momento un grosso punto di domanda incombe sul Natale, tanto in Francia quanto in Italia: la prossima settimana l'andamento della seconda ondata dell'epidemia anche da noi dovrebbe diventare molto più chiaro. La Francia intanto si prepara a varcare la soglia dei due milioni di casi di Covid-19 rilevati dall'inizio della pandemia. In base ai dati aggiornati a oggi, il Paese conta 1.991.233 casi. Quota due milioni sarà raggiunta tra oggi e domani.

L'epidemia di coronavirus sta davvero rallentando? Tutte le ipotesi su picco e plateau

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come la Francia sta cominciando a sconfiggere il coronavirus

Today è in caricamento