Venerdì, 16 Aprile 2021
Germania

Coronavirus, in Germania l'indice di contagio (R0) è sceso di nuovo

Secondo le stime del Roberto Koch Institute si attesta allo 0,75. I casi confermati di Covid-19 sono 157mila, le vittime "solo" 6115

Stima dell'indice di contagio

È vero che in Germania l’indice di contagio (R0) è risalito dopo l’allentamento delle misure di contenimento? In realtà le cose sono un po’ più complesse di come sono state finora raccontate (almeno nel nostro Paese). Facciamo parlare i dati.

Il 27 aprile il numero di riproduzione di base stimato è effettivamente risalito a 1 (in aumento dello 0,1) dopo che dal 20 al 26 aprile sembrava essersi stabilizzato a 0,9. Il primo allentamento delle restrizioni è avvenuto proprio il 20 aprile, quando il governo ha autorizzato la riapertura di concessionari di auto, negozi di bici, librerie ed esercizi commerciali con una superficie inferiore agli 800 metri quadri. Il numero di riproduzione di base tuttavia è stato più basso dello 0,9 solo per 4 giorni (dal 16 al 19 aprile) ed ha iniziato a risalire ancora prima che le misure di contenimento venissero allentate.

Dopo il 27 aprile, il numero di riproduzione di base è tornato nuovamente a scendere. Il 28 aprile si è attestato di nuovo allo 0,9, mentre il 29 aprile è sceso addirittura allo 0,75 (grafico in basso).

Ciò non vuol dire ovviamente che le misure di contenimento siano inutili (non lo sono affatto), ma le stime contenute nell'ultimo bollettino del Robert Koch Insititute (RKI) dimostrano che alcune considerazioni che si sono sentite nei giorni scorsi ("il contagio risale" etc) sono state quantomeno avventate. E che i dati andrebbero analizzati in un periodo di tempo più ampio rispetto alla singola giornata. 

Cos'è l'indice di contagio

Prima di fare ulteriori precisazioni, è bene ricordare cosa si intende per "erre con zero". Come spiega l’Istituto superiore di sanità, il valore R0, ovvero il numero di riproduzione di base, rappresenta "il numero medio di infezioni secondarie prodotte da ciascun individuo infetto in una popolazione completamente suscettibile". Se è inferiore ad 1 vuol dire che per ogni individuo infetto ci sarà meno di un nuovo contagiato. E che dunque l’epidemia sta rallentando.

L'intervallo di confidenza

Essendo una stima, il valore dell’erre con zero ha anche un "intervallo di confidenza": secondo il Robert Koch Insititute, ad esempio, c’è il 95% di fiducia che per il 29 aprile il valore dell’RO sia compreso tra 0.64 e 0.87. Lothar Wieler, presidente del RKI, ha inoltre spiegato che l’erre con zero è "un indice tra i tanti" e che per valutare l'andamento dell’epidemia si dovrebbero tenere in considerazione anche altri fattori.

Le previsioni del governo sulla tenuta delle terapie intensive

Nessuno ovviamente sa dire cosa accadrà nelle prossime settimane con il progressivo allentamento dei divieti. Il governo tedesco ha stimato che se l’indice di contagio dovesse raggiungere l'1,1 la capienza massima dei posti in terapia intensiva verrà raggiunta a ottobre. "Se arriviamo a 1,2 - ha spiegato di recente la cancelliera Merkel - raggiungeremo il limite del nostro sistema sanitario a luglio prossimo. E se arriviamo a 1,3 persone tutto questo accadrà a giugno. In questo modo potete rendervi conto di quanto il margine sia minimo". Nessuno si fa illusioni. 

Covid-19, qual è la situazione in Germania: grafico

Attualmente in Germania ci sono più di 157mila casi confermati di Covid-19, ma "solo" 6115 vittime, un numero esiguo se paragonato al numero di morti che si sono contati negli altri Paesi europei. Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 202, mentre i nuovi casi 1304.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in Germania l'indice di contagio (R0) è sceso di nuovo

Today è in caricamento