Giovedì, 22 Aprile 2021
Stati Uniti d'America

Coronavirus fuori controllo negli Stati Uniti, Ricciardi: "Dovremmo chiudere i voli"

"Dovremmo chiudere i voli con alcuni Stati degli Usa". Lo afferma Walter Ricciardi, professore di Igiene all`Università Cattolica di Roma e consigliere del ministro della Salute. Numeri shock in Florida, dove si valuta un nuovo lockdown

Negli Usa l'epidemia di coronavirus è fuori controllo. Gli Stati uniti hanno accertato nell'ultimo giorno 63.262 nuovi contagi secondo i dati elaborati dalla Johns Hopkins University. Ci sono inoltre stati 850 nuovi decessi in un solo giorno, il che porta il totale a 136.432 morti da inizio emergenza. Il numero totale di contagi accertati da nuovo coronavirus è di 3.42 milioni. Molto colpita la Florida, che era stato uno dei primi stati Usa a essere uscita dal lockdown, che ha registrato in un solo giorno 132 morti e oltre 9mila nuovi casi.

Il governatore repubblicano Ron DeSantis, stretto alleato del presidente americano Donald Trump, viene ora criticato per non aver voluto imporre serie misure di contenimento del contagio. "Vi sono forti pressioni per chiudere", ha detto oggi il sindaco di Miami, Francis Suarez, durante un incontro con il governatore. "Se le cose non miglioreranno rapidamente", ha aggiunto il sindaco, la città dovrà ricorrere a qualche forma di lockdown.

"Dovremmo chiudere i voli con alcuni Stati degli Usa". Lo afferma Walter Ricciardi, professore di Igiene all`Università Cattolica di Roma e consigliere del ministro della Salute, in una intervista a Repubblica. "A febbraio avevamo chiuso solo i voli diretti. Oggi blocchiamo anche chi viene da un paese a rischio con un volo indiretto. Abbiamo poi l'obbligo di quarantena per gli arrivi da fuori Schengen. Eppure sembra non bastare. Dovremmo chiudere i voli con alcuni Stati degli Usa. Quel che avviene lì è sconcertante. Il paese a cui tutti guardiamo per gli studi scientifici sul Covid è fuori controllo. Dobbiamo difenderci dai paesi che fanno poco o nulla per frenare il virus".

Ha fatto discutere anche un altro episodio. Dell'antivirale remdesivir gli Usa hanno comprato l'intera produzione fino a settembre. "Altro comportamento discutibile dell'amministrazione Trump. Sarà più difficile approvvigionarci, ma non resteremo senza", dice Ricciardi.

Il governatore Andrew Cuomo ha aggiunto altri quattro stati dell'unione alla lista dei luoghi di provenienza per i quali è necessaria una quarantena di 14 giorni nello stato di New York. Con l'aggiunta di Minnesota, Nuovo Messico, Ohio e Wisconsin si arriva ormai a 22 stati. La lista viene stilata sulla base di precisi parametri di contagio, in base ai quali oggi è tato rimosso il Delaware, dove la situazione è in miglioramento. "I casi crescenti nel paese minacciano i nostri progressi, per questo abbiamo aggiunto altri quattro stati. Nessuno vuole tornare a quanto abbiamo sperimentato tre mesi fa, per favore rimanete vigili", ha detto Cuomo, ricordando i difficili momenti quando New York era l'epicentro della pandemia.

Coronavirus, dagli Usa cattive notizie: "Pandemia è all'inizio, peggiorerà e il virus non è più debole"

Coronavirus, il bollettino con i nuovi casi in Italia e le ultime notizie

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus fuori controllo negli Stati Uniti, Ricciardi: "Dovremmo chiudere i voli"

Today è in caricamento