Martedì, 20 Aprile 2021
Il Paese più in difficoltà al mondo / Brasile

Il Covid è fuori controllo in Brasile

3.251 morti in un giorno. Terapie intensive sature. Il più vasto collasso della sanità pubblica nella storia del Brasile: così hanno inquadrato la situazione gli esperti di sanità pubblica. Ma il presidente Jair Bolsonaro continua a descrivere come "tiranni" i governatori e i sindaci che hanno imposto blocchi e restrizioni (comunque poco incisivi)

Foto ANSA/EPA/Joedson Alves

Il virus in Brasile è ampiamente fuori controllo. Ieri si sono registrati 3.251 nuovi morti per complicanze legate al coronavirus, il numero più alto di decessi confermati in un giorno dallo scoppio della pandemia. A essere maggiormente colpito è lo stato di Sao Paulo, quello più popoloso del Brasile, con 1.021 morti in più in 24 ore.

Il Covid è fuori controllo in Brasile: 3.251 morti in un giorno

Sfiora la spaventosa quota di 300mila il totale delle persone che in Brasile hanno perso la vita dopo aver contratto il Covid-19. E' invece salito a 12 milioni  il totale delle persone contagiate, secondo Paese dopo gli Stati Uniti con più casi secondo al mondo i dati della Johns Hopkins University.

Il più vasto collasso della sanità pubblica nella storia del Brasile: così hanno inquadrato seccamente la situazione gli esperti di sanità pubblica. Le terapie intensive Covid hanno tassi di occupazione molto alti, vicinissimi alla saturazione, come dimostra l'immagine seguente: nel mese di marzo le cose sono precipitate.

EwpYR1NXMAIpgHk-2

Covid, le accuse a Bolsonaro

La variante brasiliana P1 contiene varie differenze rispetto al virus che era stato isolato originariamente a Wuhan. Ci sono poco più di una dozzina di mutazioni, cioè di cambiamenti, su svariate migliaia. Ma sarebbe più contagiosa, in base ai dati disponibili. La ‘variante brasiliana’ (P.1) è stata isolata per la prima volta nel gennaio 2021 in Brasile e Giappone. Alla data del 25 gennaio 2021 è stata segnalata in 8 paesi, compresa l’Italia. E’ monitorata perché è ipotizzata una trasmissibilità più elevata e perché dai primi studi sembra che possa diminuire l’efficacia del vaccino. Si studia se possa causare un maggior numero di reinfezioni in soggetti già guariti.Ma torniamo al Brasile. In un anno il Covid ha ucciso più brasiliani dell'AIDS in quasi quattro decenni, secondo uno studio della facoltà di Medicina dell'Università di San Paolo. Le accuse al governo di Bolsonaro per non aver fatto abbastanza per contenere il contagio sono sempre più duro sui social , dove ci sono medici in prima linea che parlano di "genocidio".

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha descritto come "tiranni" i governatori e i sindaci del suo Paese che hanno imposto blocchi e restrizioni per contenere l'epidemia di coronavirus. Rivolgendosi ai suoi sostenitori durante le celebrazioni del suo compleanno a Brasilia, Bolsonaro ha detto pochi giorni fa che il suo governo ha fatto tutto il possibile e che ora è tempo di far ripartire l'economia. Bolsonaro si è costantemente opposto alle misure di quarantena, sostenendo che il danno collaterale all'economia sarebbe peggiore degli effetti del virus stesso. All'inizio di questo mese, il presidente ha detto ai brasiliani di "smetterla di lamentarsi" per la pandemia.

La scorsa domenica il Brasile ha ricevuto 1.022.400 dosi di vaccino contro il COVID-19 attraverso il Meccanismo della COVAX, un'azione globale di CEPI, GAVI, UNICEF, OMS e PAHO. L'arrivo delle dosi rappresenta un'iniziativa senza precedenti e segna un passo storico per una distribuzione equa del vaccino contro il Covid: è la più ampia acquisizione di vaccini con questa modalità fino a oggi e fa parte di una prima fase di distribuzione di dosi al Brasile.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid è fuori controllo in Brasile

Today è in caricamento