rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
A bocca asciutta / Regno Unito

La crisi delle patatine in Gran Bretagna

L'aggiornamento del sistema informatico di Walkers, il più grande produttore britannico, ha lasciato supermercati e negozi senza patatine, con la carenza che potrebbe durare ancora per diverse settimane

Dopo aver superato il panico dovuto agli aumenti dei carburanti e l'impennata dei prezzi per il riscaldamento, gli inglesi devono fare i conti con una nuova carenza, molto particolare: quella delle patatine.

Infatti, da qualche giorno gli scaffali di negozi e supermercati britannici sono completamente vuoti, senza che i rivenditori abbiano modo di riempirli nuovamente. Il problema nasce da un aggiornamento del sistema informatico presso Walkers, il più grande produttore britannico: un deficit che, purtroppo per gli inglesi, potrebbe durare per settimane.

Walkers, di proprietà di PepsiCo, ha affermato che sebbene i problemi relativi all'aggiornamento del sistema siano stati risolti, le fabbriche non raggiungeranno la piena produzione fino alla fine di novembre, il che significa la ''crisi'' delle patatine e la carenza presso i rivenditori non si risolverà nell'immediato futuro.

Il portavoce di Walkers, che ha sede a Leicester, nell'Inghilterra centrale, ha spiegato la natura del problema: "Un recente aggiornamento del sistema IT ha interrotto la fornitura di alcuni dei nostri prodotti. I nostri siti continuano a produrre patatine e snack ma su scala ridotta. Stiamo facendo tutto il possibile per aumentare la produzione e riportare le patatine preferite della gente sugli scaffali. Siamo molto dispiaciuti per l'inconveniente".
 
Per riuscire a tamponare la carenza l'azienda ha dato priorità alla produzione dei suoi gusti di patatine più popolari, anche perché la mancanza degli snack più popolari in Gran Bretagna ha costretto i consumatori ad acquistare altri prodotti e altri marchi.

In Gran Bretagna le patatine sono senza dubbio tra gli snack preferiti, ''presenti'' in diverse situazioni, come snack per i bambini o in un pub davanti ad una birra, fino al classico consumo sul divano davanti a un bel film. A testimoniare l'amore di inglesi e cugini per le patatine sono i dati di una ricerca condotta da Kantar: in media le persone in Gran Bretagna mangiano circa due sacchi da 25 grammi di patatine a settimana e ogni anno nel paese vengono vendute 141.000 tonnellate di patatine.

Intanto, sui media britannici non mancano le proteste dei cittadini, delusi e sconsolati dagli scaffali vuoti dei supermercati, senza sapere quando potranno tornare a ''sgranocchiare'' le loro patatine preferite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La crisi delle patatine in Gran Bretagna

Today è in caricamento