Mercoledì, 23 Giugno 2021
il caso

Armi facili, estate di sangue negli Stati Uniti: 3.700 morti e 8.100 feriti

Non si ferma la corsa alle armi. Per assurdo, i nuovi ripetuti inviti ad aumentare i controlli hanno fatto scattare una vera e propria corsa agli acquisti da parte degli americani

Negli Stati Uniti l'attenzione dei media sulle "armi facili" sembra finalmente essere alta. E' un'estate di sangue quella che sta per finire negli Usa. Dal Memorial Day a fine maggio al 28 agosto, sono state uccise con armi da fuoco negli Stati Uniti 3.702 persone, altre 8.153 sono state ferite. A fare i conti è Gun Violence Archive, secondo la quale ci sono stati 81 morti e 959 feriti in più con armi rispetto allo stesso periodo del 2014.

Non si ferma la corsa alle armi. Per assurdo, i nuovi ripetuti inviti ad aumentare i controlli hanno fatto scattare una vera e propria corsa agli acquisti da parte degli americani. L'Fbi in agosto ha effettuato 1,7 milioni di controlli sul background per gli acquirenti di armi dai rivenditori federali: si tratta della cifra più alta mai registrata nel mese di agosto dal 1998, quando i controlli sui background sono iniziati. Il dato dello scorso mese segue gli 1,5 milioni di controlli in giugno e gli 1,6 in luglio, un periodo caratterizzato da una serie di attacchi armati - da Charleston al Texas - e dalla richiesta di rafforzare le norme sulle armi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armi facili, estate di sangue negli Stati Uniti: 3.700 morti e 8.100 feriti

Today è in caricamento