rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
ELEZIONI / Israele

Parità tra destra e centrosinistra nelle elezioni israeliane

Con il 99,5% delle schede scrutinate, i blocchi di destra e di centrosinistra sono virtualmente in parità

Elezioni israeliane sul filo di lana: con il 99,5% delle schede scrutinate, i blocchi di destra e di centrosinistra sono infatti virtualmente in parità. Secondo i risultati diffusi stamattina dalla Commissione elettorale, il blocco di destra, guidato dalla lista comune Likud-Israel Beiteinu, e quello di centrosinistra ottengono infatti 60 seggi ciascuno. La lista del premier uscente ha conquistato 31 seggi, undici in meno rispetto a quanti ne avevano i due partiti separati nella precedente legislatura. A sorpresa è giunto secondo, con 19 seggi, il nuovo partito centrista Yesh Atid, di Yair Lapid, mentre al terzo posto si sono piazzati i laburisti, con 15 seggi.

Poco dopo la mezzanotte, Netanyahu aveva annunciato la sua vittoria: "Sono orgoglioso di essere il vostro primo ministro. Vi ringrazio per darmi la chance, per la terza volta, di guidare lo Stato di Israele. E' un grande privilegio e una grande responsabilità". Netanyahu ha anche detto che intende formare "una coalizione di governo che sia la più ampia possibile", e che la prima priorità del prossimo governo resta quella di "impedire all'Iran di dotarsi dell'arma atomica".

Tra gli altri alleati "naturali" di Netanyahu, il Focolare ebraico, la formazione nazional-religiosa dell'imprenditore-colono, ha conquistato undici seggi, come il partito ultraortodosso sefardita Shass, mentre gli ortodossi ashkenaziti di Giudaismo unificato della Torah ne ha ottenuti sette.

Il nuovo movimento centrista dell'ex ministro degli Esteri Tzipi Livni, Hatnouha, che ha fatto campagna per il rilancio del processo di pace con i palestinesi, ha ottenuto invece sei seggi; anche il partito di sinistra Meretz ne ha conquistati sei, i partiti arabi 12 e Kadima due. Essendo il leader della lista che ha conquistato il maggior numero dei seggi, Netanyahu, nonostante l'arretramento registrato, è il meglio piazzato per ottenere l'incarico di formare il prossimo governo dal presidente Shimon Peres.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parità tra destra e centrosinistra nelle elezioni israeliane

Today è in caricamento