rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
MEDIO ORIENTE

Detenuto palestinese muore in cella israeliana: Fatah minaccia vendetta

"Questo crimine orribile non rimarrà impunito e promettiamo all'occupante sionista che risponderemo a questo crimine", si legge in un comunicato delle Brigate dei martiri di al-Aqsa

Il braccio armato di Fatah ha promesso oggi di vendicare la morte di Arafat Jaradat, il palestinese di 30 anni deceduto sabato scorso in una prigione israeliana.

"Questo crimine orribile non rimarrà impunito e promettiamo all'occupante sionista che risponderemo a questo crimine", si legge in un comunicato delle Brigate dei martiri di al-Aqsa distribuito durante i funerali dell'uomo.

Jaradat, originario del villaggio di Sair, vicino Hebron, nel sud della Cisgiordania, era stato arrestato il 18 febbraio per essere interrogato dallo Shin Bet a seguito di scontri nei pressi della colonia di Kiryat Arba, nelle vicinanze di Hebron, il 18 novembre 2012.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto palestinese muore in cella israeliana: Fatah minaccia vendetta

Today è in caricamento