rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
La rubrica

10 notizie dal mondo che non sono finite in prima pagina

Dalla storica terza presidenza di Xi Jinping in Cina al caso degli statunitensi rapiti e uccisi in Messico, i principali fatti della settimana che hanno avuto meno rilevanza sulla stampa

Attacco armato contro un governatore delle Filippine, ucciso lui e altre 8 persone

La polizia delle Filippine ha dichiarato domenica di aver arrestato tre sospetti dopo l'attacco che sabato ha ucciso il governatore locale Roel Degamo e altre otto persone nella provincia centrale di Negros Oriental. Almeno sei uomini armati di fucili e vestiti con uniformi mimetiche hanno aperto il fuoco nella proprietà del governatore a Pamplona, una città sull'isola orientale di Negros. Il funzionario eletto è stato ucciso insieme ad altre otto persone e 17 sono rimaste ferite in questo ultimo attacco ai politici locali. Secondo un comunicato dell'esercito, due dei tre sospetti sono ex militari licenziati diversi anni fa. Un quarto sospetto è stato ucciso in uno scontro a fuoco in una piantagione sabato sera. La violenza legata alle rivalità politiche è comune nelle Filippine, dove i politici sono noti per l'impiego di eserciti privati. In occasione delle elezioni generali dell'anno scorso, la polizia ha dichiarato di aver identificato 150 "gruppi armati privati" e di averli dislocati in tutto il Paese nel tentativo di scioglierli.

La Corea del Sud risarcirà le vittime del lavoro forzato durante l'occupazione giapponese

La Corea del Sud ha dichiarato lunedì che le sue aziende risarciranno le persone costrette a lavorare sotto l'occupazione giapponese del 1910-1945, cercando di porre fine a una disputa con Tokyo che va avanti da anni. La proposta è stata accolta con favore dal Giappone, ma ha ricevuto critiche da parte di alcune vittime. Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden, la cui amministrazione ha fatto pressioni sui due alleati affinché si riconciliassero, ha salutato l'annuncio come "innovativo". Nel 2018 la Corte Suprema della Corea aveva ordinato alle imprese giapponesi di risarcire gli ex lavoratori forzati. Quindici sudcoreani hanno vinto cause di questo tipo, ma nessuno è stato risarcito. Solo tre di questi ricorrenti sono ancora vivi. Complessivamente, secondo le stime dei media, in Corea del Sud ci sono meno di 1.300 vittime viventi del lavoro forzato. Il Giappone ha affermato che il risarcimento è stato sanato da un trattato del 1965. Quando Seul ha avanzato per la prima volta la sua proposta a gennaio, ha scatenato le proteste delle vittime e delle loro famiglie perché non includeva i contributi delle aziende giapponesi, comprese quelle condannate dai tribunali sudcoreani a risarcire i danni.

Trovati morti due statunitensi rapiti in Messico

Due di quattro statunitensi rapiti nel Messico settentrionale sono stati trovati morti, mentre i loro due connazionali sono stati ritrovati vivi, ponendo fine alla frenetica ricerca che aveva catturato l'attenzione dei media su entrambi i lati del confine. I quattro americani,che sono stati ritrovati all'interno di una casa di legno alla periferia di Matamoros, avevano viaggiato da Brownsville, in Texas, attraverso il confine fino alla città della regione di Tamaulipas, dove uno di loro aveva intenzione di sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica. Erano alla guida di un minivan bianco e sono stati attaccati e rapiti da uomini armati non identificati. Secondo le autorità, anche una donna messicana è stata uccisa durante il rapimento. L'incidente ha attirato ancora una volta l'attenzione sulla violenza che ha travolto il Messico negli ultimi anni. Solo nel 2021, secondo i dati del governo, sono state uccise più di 35mila persone in tutto il Paese.

Esplosione in un palazzo della capitale del Bangladesh: 17 morti e 140 feriti

Almeno 17 persone sono rimaste uccise e 140 ferite in un'esplosione all'interno di un edificio per uffici nella capitale del Bangladesh, Dhaka. L'esplosione ha scosso il quarto e il quinto piano di un edificio di cinque piani a Gulistan, un importante centro di vendita all'ingrosso di merci nella capitale. Non è scoppiato alcun incendio nell'edificio, ma più di 150 vigili del fuoco erano sul posto per aiutare i soccorsi. Anche se i soccorritori sono arrivati sul posto entro sette minuti dall'esplosione, l'entità dei danni ha ostacolato i loro sforzi per raggiungere tutte le persone all'interno dell'edificio.

Nove poliziotti e un civile uccisi in un attacco suicida in Pakistan

Un attentatore suicida in sella a una motocicletta si è schiantato contro un camion della polizia nella provincia sudoccidentale del Balochistan, in Pakistan, uccidendo almeno nove persone, tra cui un civile, e ferendone altre 13. Il camion trasportava 21 membri del Balochistan Constabulary, un'ala della polizia provinciale. Nessun gruppo armato ha finora rivendicato la responsabilità dell'attacco. Il Balochistan è sede di una ribellione pluridecennale da parte di gruppi ribelli di etnia Baloch, che combattono lo Stato pakistano, accusandolo di sfruttare le ricche risorse di gas e minerali della provincia. Il mese scorso, un'esplosione di bombe nella città di Barkhan, sempre nella regione, ha ucciso almeno cinque persone e ne ha ferite altre 14.

Xi Jinping inizia il suo storico terzo mandato come presidente cinese

Xi Jinping è stato insignito di uno storico terzo mandato presidenziale, a coronamento di un'ascesa che lo ha visto diventare il leader più potente della Cina da generazioni. In una cerimonia accuratamente preparata a Pechino, Xi ha alzato il pugno destro e ha posato la mano sinistra su una copia in pelle rossa della Costituzione cinese. Nel giuramento - trasmesso in diretta dalla televisione di Stato in tutta la Cina - ha giurato di "costruire un paese socialista moderno, prospero, forte, democratico, civilizzato, armonioso e grande". La nomina da parte del Parlamento cinese arriva dopo che, a ottobre, gli sono stati assegnati altri cinque anni come capo del Partito Comunista Cinese (Pcc) e delle forze armate - le due posizioni di leadership più importanti nella politica cinese. La nomina di venerdì a capo dello Stato è un'aggiunta cerimoniale al ferreo controllo di Xi sul potere nella nazione.

La Nigeria rinvia le elezioni statali dopo le accuse di brogli sul voto presidenziale

La Nigeria ha rinviato le cruciali elezioni statali di oggi in seguito a una controversia sul voto presidenziale che i partiti di opposizione sostengono essere stato truccato. Dopo una riunione di ore la commissione elettorale mercoledì sera ha annunciato che avrebbe posticipato di una settimana le elezioni per eleggere i potenti governatori degli Stati del Paese. La commissione ha attribuito la decisione a problemi di riconfigurazione di un sistema di voto digitale che è stato fonte di critiche internazionali dopo che non ha funzionato come promesso nelle elezioni presidenziali del 25 febbraio nel Paese più popoloso dell'Africa. Sempre mercoledì scorso, la corte d'appello ha respinto la richiesta del Partito Democratico Popolare (Pdp) e del Partito Laburista, che avevano chiesto di ispezionare i tablet digitali utilizzati per controllare gli elettori e trasmettere i risultati dai seggi.

Oltre 100 minori trovati in un camion abbandonato in Messico e rispediti in Guatemala

Più di 100 bambini e ragazzi guatemaltechi sono stati riportati a casa in aereo dopo essere stati scoperti nel rimorchio di un camion in Messico, uno dei più grandi ritorni recenti di minori migranti non accompagnati nel Paese centroamericano. Il volo per Città del Guatemala di mercoledì ha trasportato 106 giovani di età compresa tra i 12 e i 17 anni che avevano viaggiato senza famiglia ed erano diretti verso gli Stati Uniti. Il Guatemala aveva già ricevuto 430 minori non accompagnati dal Messico e dagli Stati Uniti tra gennaio e marzo prima che l'ultimo gruppo fosse scoperto dalle autorità messicane. La maggior parte dei minori non accompagnati che raggiungono gli Stati Uniti dall'America centrale proviene dal Guatemala, secondo i dati statunitensi sugli attraversamenti non autorizzati al confine meridionale del Paese. Molti di loro sono spesso in fuga da una profonda povertà.

Almeno 36 morti in un attacco nell'est della Repubblica Democratica del Congo

Almeno 36 persone sono state uccise durante un attacco notturno a un villaggio nella Repubblica Democratica del Congo orientale. Secondo le autorità gli assalitori sarebbero membri delle Forze Democratiche Alleate (Adf) - un gruppo armato ugandese con base nella Rdc orientale che ha giurato fedeltà all'Isis e compie frequenti incursioni mortali nei villaggi. Tra le vittime ci sono donne, bambini e anziani. Gli omicidi sono stati compiuti senza sparare proiettili e alcune vittime sono morte intrappolate nelle loro case dopo che gli aggressori le hanno date alle fiamme. L'Adf è stato formato nel 1995 da una coalizione di forze ribelli - tra cui l'Esercito di Liberazione Musulmano dell'Uganda e l'Esercito Nazionale per la Liberazione dell'Uganda - per combattere contro l'amministrazione del presidente ugandese Yoweri Museveni. È uno dei gruppi più violenti della Rdc ed è stato accusato di una serie di attacchi dinamitardi e massacri di civili. Secondo la Chiesa cattolica del Paese ha ucciso circa 6mila civili dal 2013.

Accordo tra Iran e Arabia Saudita per ripristinare le relazioni diplomatiche

L'Iran e l'Arabia Saudita hanno concordato di ristabilire i legami diplomatici e di riaprire le rispettive ambasciate entro due mesi. L'accordo è stato raggiunto venerdì dopo i colloqui tenutisi nella capitale cinese, Pechino. Le tensioni tra i rivali regionali sono da tempo forti. L'Arabia Saudita ha interrotto i legami con l'Iran nel 2016 dopo che alcuni manifestanti avevano invaso le sedi diplomatiche saudite nella nazione. L'Arabia Saudita aveva giustiziato un importante studioso musulmano sciita giorni prima, scatenando le proteste. L'Iran, a maggioranza sciita, e l'Arabia Saudita, a maggioranza sunnita, sostengono parti rivali in diverse zone di conflitto in Medio Oriente, tra cui lo Yemen, dove i ribelli Houthi sono sostenuti da Teheran mentre Riyadh guida una coalizione militare a sostegno del governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

10 notizie dal mondo che non sono finite in prima pagina

Today è in caricamento