rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
SALUTE

Londra, "vietato fumare all'aperto": presto l'utopia sarà realtà

La capitale del Regno Unito verso il divieto di fumo nei parchi e nelle piazze. Sarà esteso così quello già valido per i locali pubblici "chiusi" come pub e ristoranti

LONDRA (REGNO UNITO) - In un futuro prossimo sarà vietato fumare nei parchi, così come anche nelle piazze e in altri spazi aperti della capitale britannica. Lo prevede un rapporto, richiesto dal sindaco di Londra Boris Johnson, appena pubblicato.

"Nella mia veste di chirurgo-oncologo del servizio sanitario nazionale, posso verificare quotidianamente i danni terribili che il tabacco causa sui fumatori e sulle loro famiglie. Dobbiamo fare di più per aiutare le persone a smettere di fumare e dissuadere i giovani dal cominciare", ha sottolineato l'autore del rapporto, Ara Warkes Darzi.

Secondo lo studio, 1,2 milioni di londinesi sono fumatori, vale a dire il 15% della popolazione della capitale. Le sigarette sono la causa di morte prematura di 8.400 persone l'anno e del ricovero di altre 51.000.

Se la proposta verrà accolta, Londra diventerà la prima città britannica a disporre un simile divieto, già valido dal 2007 per i locali pubblici chiusi come pub e ristoranti. Negli Stati Uniti, in particolare a New York, già esiste dal 2011 un divieto di fumo per i parchi e le spiagge. Fra le altre raccomandazioni del rapporto della "London Health Commission", figura il divieto di insegne di fast-food nel raggio di 400 metri dalle scuole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Londra, "vietato fumare all'aperto": presto l'utopia sarà realtà

Today è in caricamento