rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Il caso

Djokovic, visto annullato (di nuovo): ora può davvero essere espulso

Rischia un bando di tre anni dall'Australia. I suoi legali impugneranno la decisione in tribunale

Il ministero dell'Immigrazione australiano ha annullato per la seconda volta il visto di Novak Djokovic, il tennista n.1 al mondo fermato a Melbourne dove si è recato per partecipare agli Australian Open. A quanto si è appreso rischia un bando di tre anni dall'Australia. Il caso forse è al vero punto di svolta, quello definitivo.

Gli avvocati del serbo hanno due giorni di tempo, a conti fatti, per permettere al tennista numero uno al mondo di giocare gi Australian open. Lunedì, infatti, il serbo è atteso al primo turno del torneo contro il connazionale Miomir Kecmanovic. Nel caso in cui Djokovic dovesse essere escluso dagli Australian Open il suo posto verrebbe occupato da Rublev. 

Il team legale, secondo quanto riportato dal sito del quotidiano 'Sydney Morning Herald', avrebbe già presentato il ricorso contro la decisione del ministro dell'Immigrazione Alex Hawke di annullare il visto del campione in carica. Se la decisione venisse ribaltata, il serbo potrà restare a giocare. Altrimenti, dovrà lasciare l'Australia. Ma a quel punto il governo potrebbe fare nuovamente appello.

Perché è stato annullato il visto di Novak

La dichiarazione completa del ministro Hawke: “Oggi ho esercitato il mio potere ai sensi dell’articolo 133C(3) della legge sulla migrazione di annullare il visto di Novak Djokovic per motivi di salute e buon ordine, sulla base del fatto che ciò fosse nell’interesse pubblico. Questa decisione arriva dopo le ordinanze del Circuito federale e del tribunale della famiglia del 10 gennaio 2022 che ha annullato una precedente decisione per motivi di equità procedurale. Nel prendere questa decisione, ho considerato attentamente le informazioni fornitemi dal Dipartimento degli affari interni, dall’Australian Border Force e dal signor Djokovic. Il governo Morrison è fermamente impegnato a proteggere i confini dell’Australia, in particolare in relazione alla pandemia di Covid”.

Tutte le bugie di Djokovic, in fila

Articolo aggiornato il 14 gennaio 2022 alle ore 13,42 // Inseriti dettagli sul ricorso

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Djokovic, visto annullato (di nuovo): ora può davvero essere espulso

Today è in caricamento