Giovedì, 24 Giugno 2021
Mondo Nigeria

Nigeria, due donne kamikaze in moschea: 30 morti

Succede nella città di Maiduguri, nel nord-est del Paese. Le esplosioni sono avvenute nell'area della preghiera, affollata da fedeli. Decine i feriti

Due giovani donne si sono fatte saltare in aria in una moschea nel nor-est della Nigeria, provocando almeno 30 morti e decine di feriti. Lo riferiscono i testimoni presenti al momento della tragedia. Tutto è successo nella città di Maiduguri: le due kamikaze si sono fatte esplodere proprio nell'area della preghiera, in quel momento gremita di fedeli. 


Maiduguri, la più grande città dello stato del Borno è il luogo dove si sono formati e hanno cominciato la loro lotta i fondamentalisti islamici si Boko Haram. Uno dei testimoni della strage ha detto che la prima ragazza è saltata in aria mentre si stava avvicinando alla moschea dalla zona del mercato del pesce, situato nella vicina Baga Road. La seconda giovane donna, invece, è esplosa mentre sembrava che stesse scappando. 

Dopo le esplosioni sono stati contati almeno 30 cadaveri mentre molti feriti venivano portati negli ospedali della città. I terroristi Boko Haram hanno rapito centinaia di ragazze, donne e bambine ed è convinzione degli osservatori che molte di loro vengano usate, anche contro la loro volontà, come bombe umane. Un esperto artificiere ha spiegato che molti ordigni e cinture esplosive indossate da ragazze e donne sono controllate da dispositivi fatti esplodere a distanza e non possono in alcun modo essere attivate da chi li ha addosso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nigeria, due donne kamikaze in moschea: 30 morti

Today è in caricamento