rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Guerra in Ucraina

Perché Putin si affida a Gerasimov in Ucraina

Le ragioni e le possibili conseguenze dell'improvvisa sostituzione da parte della Russia del suo comandante di guerra in Ucraina questa settimana

L'improvvisa sostituzione da parte della Russia del suo comandante di guerra in Ucraina questa settimana è probabilmente un riflesso delle stesse lotte che l'esercito russo ha affrontato dall'inizio del conflitto, ha detto ieri sera un portavoce del Pentagono, secondo quanto riporta il New York Times. Il generale Sergei Surovikin, che guidava le forze russe in Siria, è stato retrocesso dopo appena tre mesi di guida dello sforzo bellico in Ucraina, e il suo comando è stato affidato al generale Valery V. Gerasimov, il massimo ufficiale militare del Cremlino, che ha contribuito a pianificare il pasticcio dell'invasione di febbraio.

Il generale Patrick S. Ryder, portavoce del Pentagono, ha affermato che la scossa probabilmente riflette gli ostacoli sistemici che l'esercito russo ha incontrato, tra cui "problemi logistici, problemi di comando e controllo, problemi di sostegno, morale e il grande fallimento nel raggiungere gli obiettivi strategici che si sono prefissati". "Francamente", ha aggiunto, "penso che il mondo preferirebbe che la Russia si concentrasse sul ritiro dall'Ucraina e sul salvataggio di vite innocenti piuttosto che dedicare tempo a numerosi rimpasti di gestione. Probabilmente anche i soldati russi e le loro famiglie vorrebbero vederlo".

Gli analisti non si aspettano che il cambio di leadership alteri molto le costanti difficoltà delle forze russe in Ucraina. La decisione è stata motivata dal ministero della Difesa russo a causa della "espansione delle dimensioni dei compiti" e alla necessità di una "maggiore efficienza".  Il generale Valery Gerasimov, fino ad adesso capo di Stato maggiore generale delle Forze armate della Russia, è stato fin dall'inizio della guerra l'uomo che siede alla destra del presidente Vladimir Putin, e una delle sole tre persone, insieme al presidente e al ministro della difesa Shoigu, che hanno pianificato i dettagli della guerra fin dal suo inizio.  Parlare di Valery Gerasimov significa parlare di guerra ibrida, dunque della discussa "dottrina Gerasimov", la teoria elaborata dall'alto ufficiale che prevede di attaccare l'avversario non solo sul piano militare ma anche su quello economico, cognitivo, tecnologico e informatico facendo largo ricorso a procedure non convenzionali.

La teoria della "guerra ibrida"

Gersimov cresciuto rapidamente tra i ranghi delle varie divisioni dell'Armata Rossa in incarichi in tutta l'Unione Sovietica prima di essere nominato capo di stato maggiore generale delle forze armate russe e primo viceministro della difesa da Putin nel novembre 2012, in sostituzione di Nikolay Makarov. Si ritiene che fosse il comandante generale delle forze russe e dei separatisti filo-russi durante la loro vittoria nella battaglia di Ilovaisk nel 2014, secondo il servizio di sicurezza dell'Ucraina. Durante la battaglia furono uccisi oltre 1.000 soldati ucraini.

Gerasimov avrebbe concepito la " dottrina Gerasimov ", che combina tattiche militari, tecnologiche, informative, diplomatiche, economiche, culturali e di altro tipo per raggiungere obiettivi. Il Financial Times ha affermato che questa forma di "guerra ibrida" che Gerasimov ha sostenuto in un saggio di 2.000 parole "ha reso la Russia una minaccia più che mai dalla Guerra Fredda".

"Gli osservatori occidentali si sono affrettati a trattare il suo saggio come il progetto per un futuro attacco ibrido russo contro l'Occidente", ha riferito il FT

Gerasimov, come Shoigu, ha dovuto affrontare aspre critiche da parte di analisti militari russi favorevoli alla guerra e organizzazioni giornalistiche internazionali per le molteplici battute d'arresto della Russia sul campo di battaglia. Entrambi sono stati criticati per non essere riusciti a ottenere la vittoria in una campagna che il Cremlino si aspettava sarebbe durata poco. Resta da vedere quali nuove tattiche Gerasimov potrebbe apportare sul campo di battaglia, mentre i combattimenti in Ucraina proseguono da ormai dieci mesi e mezzo. La riorganizzazione dei comandanti russi da parte di Putin non placherà le lotte intestine. Sia gli analisti occidentali sia gli ultranazionalisti russi a favore della guerra sono scettici sul fatto che il rimpasto porterà a tattiche rivoluzionarie o ridarà slancio alla campagna russa.

Lo scossone è in gran parte "politico": il ministero della Difesa cerca di riaffermare il controllo della gestione della guerra e di frenare la crescente influenza del capo paramilitare Yevgeny Prigozhin, che guida il mercenario Wagner Gruppo. Prigozhin sta cercando di conquistare le luci della ribalta affermando di aver compiuto progressi con una massiccia ondata di attacchi nell'est dell'Ucraina, utilizzando i cosiddetti battaglioni penali composti in gran parte da ex detenuti per ottenere una delle rare vittorie russa. Questa settimana, ad esempio, Prigozhin ha affermato che i mercenari Wagner avevano "conquistato" la città mineraria di Soledar. Ma i combattimenti sono ancora in corso. A Soledar infuria la battaglia, mentre russi e mercenari di Wagner tentano anche di accerchiare Bakhmut. Nelle immagini satellitari la città mineraria del Donetsk appare rasa al suolo, mentre Kiev afferma che si combatte ma la città non è stata ancora conquistata. Allarme per oltre 500 civili che è impossibile evacuare

Cosa cambia con Gerasimov

Dal momento che Gerasimov faceva parte di una ristretta cerchia di falchi del Cremlino che consigliarono a Putin di invadere l'Ucraina, il suo futuro probabilmente ora dipende tutto dall'esito della guerra.  L'incarico che gli è stato affidato è "il più avvelenato dei calici", secondo Mark Galeotti, esperto di militari russi.  "Ora tocca a lui", ha aggiunto in un  tweet  .  Il ministero della Difesa ucraino ha adottato un approccio più laconico nei confronti della nomina di Gerasimov.  Ogni generale russo "deve ricevere almeno un'opportunità per fallire in Ucraina. Qualcuno può essere così fortunato da fallire due volte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché Putin si affida a Gerasimov in Ucraina

Today è in caricamento